10 errori da evitare quando si affitta casa

Fabiola Criscuolo
  • Dott. in Scienze Politiche

Quali sono gli errori da evitare quando si prende in affitto una casa? Cosa si deve considerare quando si sceglie di affittare? Ecco dei consigli per evitare di incorrere in un errore.

10-errori-affittare-casa-01

Galleria foto ed immagini

Il mondo immobiliare è in continuo movimento e non sempre per gli acquisti. Spesso infatti si preferisce affittare più che acquistare la casa di residenza. Sono scelte dettate dalle esigenze e dalle preferenze di ciascuna persona.

Se però, in una casa di proprietà possiamo decidere noi ogni cosa e rimediare a ciò che non ci aggrada come meglio preferiamo, in una casa in affitto la questione cambia. A ciò si deve aggiungere anche il problema dei contratti che non sempre sono a vantaggio degli inquilini e che potrebbero provocare non pochi danni nel tempo.

Ma quindi quando si affitta si è sempre penalizzati? La risposta è no, ma sicuramente bisogna prestare molta più attenzione ad alcuni particolari. Ecco quindi 10 errori da evitare quando si affitta casa per non incorrere in problemi futuri.


Leggi anche: Regali di Natale per la casa: 18 idee e foto

10-errori-affittare-casa-02

1. Non valutare il proprio budget

Prendere una casa in affitto è come avere un mutuo, anche se meno oneroso dovrà essere pagato ogni mese. Quando ci apprestiamo quindi a scegliere una casa in affitto dobbiamo avere bene a mente il budget che possiamo permetterci di spendere per non incorrere nel pericolo di non riuscire a pagare qualche mensilità.

Sono diverse le spese che vanno valutate, dal condominio, che spesso non è compreso nel canone mensile, alle spese delle bollette che possono variare di volta in volta a seconda dei consumi. Il consiglio è quindi quello di considerare il 30% del proprio reddito mensile come budget massimo per le spese di locazione così da avere sempre un cuscino per le spese impreviste.

Documentazione

 

2. Non valutare le necessità

Un errore comune che si commette quando si guarda qualche immobile in affitto è quello di badare solo all’estetica senza valutare le proprie necessità. Non dobbiamo dimenticare infatti che la casa non è nostra e che, in molti casi, non sarà possibile apportare modifiche.

Un altro elemento da valutare è anche il luogo in cui si trova la casa. Anche se bella non è detto che si trovi in una zona facile da raggiungere dal luogo di lavoro o con tutti i negozi di cui necessitiamo nelle vicinanze.

Se per esempio non abbiamo tutti i giorni a disposizione una macchina per spostarci e andare a fare la spesa è bene che nelle vicinanze siano presenti almeno negozi di prima necessità. Se così non dovesse essere non si deve disperare: la casa dei sogni è disponibile anche nella zona più indicata alle nostre esigenze.


Potrebbe interessarti: 10 idee e foto per abbellire casa per la Befana

10-errori-affittare-casa-04

3. Non verificare le condizioni dell’appartamento

Se la casa che abbiamo visitato ci convince, racchiude tutte le caratteristiche che desideriamo e si trova nella zona perfetta per noi è cosa quasi fatta. Prima di correre a firmare il contratto però è bene verificare in maniera approfondita le condizioni di tutto l’appartamento.

Al momento della firma del contratto si lascia sempre una cauzione, stabilita dal proprietario, che serve a questo per tutelarsi da eventuali danni arrecati all’immobile. Prima di firmare il contratto quindi è bene verificare le condizioni dei muri, degli impianti e, in caso di appartamenti arredati, anche dei mobili e comunicare eventuali pecche al proprietario.

rendere-casa-antisismica-ecobonus-acquisto


Idee design personalizzate per te? Iscriviti al gruppo

4. Non mettere per iscritto i difetti dell’immobile

Dopo aver verificato lo stato dell’immobile e aver comunicato al proprietario eventuali danni o difetti è bene anche inserirli nel contratto. Questo passaggio deve essere effettuato nel nostro interesse in quanto, come detto prima, al momento della firma del contratto lasciamo anche una cauzione come garanzia per il proprietario.

La nostra garanzia è quindi il contratto, unico mezzo che abbiamo per appellarci e far valere le nostre ragioni. Anche se ci assumiamo la responsabilità di sistemare eventuali difetti dell’appartamento è bene dichiarare tutto nel contratto in modo da avere la certezza che, al termine del periodo di locazione, non ci vengano richiesti danni che non ci spettano.

10-errori-affittare-casa-06

5. Non parlare con il proprietario

In molti casi si affitta attraverso intermediario, cioè un’agenzia immobiliare. Uno degli errori è affidarsi solo a questi senza richiedere un incontro con il proprietario di casa. Una volta firmato il contratto infatti l’agenzia non sarà più responsabile dell’immobile e tutti i rapporti saranno diretti con il nostro proprietario di casa, partendo dal versamento della quota di locazione fino ad eventuali richieste da fare nel tempo.

È bene quindi parlare con quello che sarà il nostro proprietario di casa prima di firmare il contratto in agenzia e discutere con lui eventuali contrattazioni e particolari relativi alla casa e che potranno essere per noi vantaggiosi per tutto il tempo della permanenza lì. In questo modo avremo anche la possibilità di sapere chi è la persona con cui intratterremo rapporti nel tempo.

10-errori-affittare-casa-07

6. Non leggere bene il contratto

Il contratto di locazione ci vincola per diverso tempo ed è quindi un bene leggerlo a fondo. Non dobbiamo vergognarci di questa prudenza, ma se vogliamo evitare di farlo davanti al proprietario è un nostro diritto chiedere di leggerlo attentamente da soli prima di firmarlo.

Per quanto infatti il proprietario o l’agente immobiliare possano essere delle brave persone non è difficile trovare nel contratto clausole che penalizzano l’inquilino e alle quali il proprietario potrebbe appellarsi in qualsiasi momento. Se qualche cosa non ci convince non dobbiamo temere di dirlo, è nel nostro interesse parlare e ci aiuterà ad avere un rapporto più sincero con il proprietario.

10-errori-affittare-casa-10

7. Accettare accordi verbali non inseriti nel contratto

Se dopo aver letto il contratto ci sembra che qualcosa non vada bene e ne parliamo con il proprietario è bene inserire tutti gli accordi. Non accettiamo mai accordi verbali che non vengono inseriti e firmati nel contratto, è nel nostro interesse.

Dobbiamo sempre ricordare che, anche se vivremo noi in quella casa, il proprietario è un altro e quindi le decisioni finali spettano sempre a lui. Qualsiasi sia l’accordo che vogliamo stipulare, dal sistemare qualche difetto, ad un eventuale clausola di rescissione, assicuriamoci che sia anche messo per iscritto. Gli antichi dicevano “Verba volant, scripta manent”.

10-errori-affittare-casa-09

8. Non firmare tutte le pagine del contratto

Un altro errore che spesso si commette è quello di non firmare tutte le pagine del contratto. Difficilmente infatti questo si limita ad una singola pagina e, anche se lo spazio vero e proprio per la firma è posto al termine di tutte le clausole, è bene firmare anche le altre pagine.

Questo serve per tutelarci da eventuali cambi che potrebbero essere apportati al contratto e che potrebbero essere a nostro svantaggio. C’è da dire che la firma a tutte le pagine è una tutela anche per il proprietario di casa che dovrà controfirmare come noi.

10-errori-affittare-casa-08

9. Non verificare le spese da sostenere

Quando siamo in affitto alcune spese ci spettano, altre invece sono a carico del proprietario. Per esempio all’inquilino spettano le spese del condominio così come anche piccoli lavori, mentre interventi straordinari spettano al proprietario.

Di solito queste indicazioni sono inserite nel contratto, per questo è buona norma leggerlo bene. In ogni caso informiamoci in maniera accurata su quali siano le spese che spettano a noi come inquilini e controlliamo che anche queste siano correttamente specificate nel contratto.

10-errori-affittare-casa-11

10. Fare interventi senza il consenso del proprietario

Anche dopo aver firmato il contratto dobbiamo ricordarci sempre la regola aurea: i proprietari di casa non siamo noi. Prima di stabilire un qualsiasi intervento quindi, di grande o piccole dimensioni, è bene comunicarlo al proprietario per avere il suo consenso.

A meno che non sia stato inserito nel contratto, che possiamo apportare tutte le modifiche che desideriamo, è bene informare il proprietario di variazioni che desideriamo apportare. Bisogna però tenere a mente che egli può sempre richiedere, al momento in cui lasciamo l’appartamento, che venga ripristinato lo stato iniziale di questo.

10-errori-affittare-casa-12

10 errori da evitare quando si affitta casa: immagini e foto

Quando affittiamo casa siamo spesso presi dall’euforia e, trovata al casa perfetta per noi, dimentichiamo di fare alcune valutazioni. Di seguito trovate la nostra gallery.