Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

Fabiola Criscuolo
  • Dott. in Scienze Politiche

In che modo possiamo arredare la cucina per l’estate? Quali sono le soluzioni più particolari ma, soprattutto, che ci consentono di vivere al meglio questo ambiente della casa? Quali vantaggi e benefìci possiamo trarre da un piccolo cambiamento? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

Galleria foto ed immagini

Con l’arrivo dell’estate non si avvicinano soltanto le vacanze, le passeggiate in montagna, le giornate al mare ma anche un caldo più afoso che compromette la vivibilità degli ambienti domestici rendendo più complicata la vita a chi non può ancora concedersi qualche giorno di vacanza.

Rivoluzionare in parte l’arredo della propria abitazione e adeguarlo alle temperature esterne più calde può essere una soluzione che ci consente di percepire, all’interno delle mura domestiche, quella freschezza che manca all’esterno. Ogni stanza può, quindi, godere di una leggera trasformazione per ottenere in questo modo la possibilità di essere vissuta completamente.

Questo discorso vale, naturalmente, anche per la cucina, ambiente conviviale per eccellenza ma che, in estate, si trasforma in quello più caldo in assoluto. Pensiamo, ad esempio, alla quantità di elettrodomestici perennemente in funzione, come ad esempio il frigorifero il cui motore emana calore o il forno utilizzato per le preparazioni che riscalda insieme agli alimenti anche l’ambiente circostante.

Trasformare questa stanza può essere, quindi, la soluzione adatta per viverla al 100% anche durante il periodo estivo. In questo articolo abbiamo raccolto una serie di idee con altrettanti benefìci e vantaggi che deriveranno dal cambiamento dell’arredo della cucina in questo periodo dell’anno così caldo. Pronti a scoprirle?

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

1. Riordinare l’ambiente

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

Proprio in quanto si tratta di un ambiente molto vissuto, la cucina è spesso soggetta ad un disordine generale che non consente di percepire adeguatamente lo spazio. Oggetti utili alla preparazione di pranzi e cene, ingredienti, ma anche semplici utensili da cucina sono spesso sparsi sul piano da lavoro provocando, durante il periodo estivo, una percezione maggiore di calore.

La prima cosa che possiamo fare, quindi, è quella di riorganizzare e sistemare adeguatamente la nostra cucina collocando ogni elemento al proprio posto. In questo modo, sarà anche possibile far filtrare, anche in un ambiente più piccolo ed esposto a nord, maggiore luce che consentirà di percepire l’ambiente come più fresco e quindi più adatto anche al periodo estivo.

2. Rinfrescare le pareti

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

L’estate è il momento perfetto per rinfrescare le pareti di casa e non è raro che in cucina sia presente almeno una parete senza rivestimento ma con una verniciatura. Possiamo, quindi, approfittare delle temperature più alte e della possibilità di tenere aperte finestre e balconi più a lungo per rinfrescare questa superficie.

Questo è anche il momento ideale per cambiare eventualmente colore, a condizione che sia sempre adeguato all’arredo e allo stile che abbiamo scelto per la nostra cucina. Anche se si tratta di una singola parete, renderne più brillante e vivace il colore consentirà di percepire l’ambiente come molto più luminoso e di conseguenza anche più fresco. Una soluzione che ben si adatta al periodo estivo.

3. Colori tenui e freddi ma sempre estivi

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

Qualsiasi sia lo stile di arredamento scelto per la nostra cucina, in questa potrebbero mancare palette di colori tenui e freddi che ben si abbinino a quelli estivi. L’utilizzo degli stessi consente infatti di percepire come più fresco l’intero ambiente.

Possiamo, quindi, utilizzare questi toni su diverse superfici delle pareti e per i complementi da aggiungere per rendere più particolare la nostra cucina. Tra questi anche la biancheria da tavola alla quale non vogliamo e non possiamo rinunciare. Ricordiamoci sempre di prediligere tonalità estive, che non devono essere obbligatoriamente calde ma anche con sfumature più rigide.

4. Arredo minimal e naturale

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

Quando scegliamo di cambiare l’arredamento per la nostra cucina in vista dell’estate non è necessario modificare tutto ciò che vi si trova all’interno. I mobili importanti sarebbero davvero complicati da modificare ad ogni cambio di stagione! Possiamo, però, puntare su complementi di piccole dimensioni e, soprattutto, sulle decorazioni.

Cestini, vasi, ma anche quadri e stampe possono essere modificati sulla base della stagione e trasmettere maggiore freschezza nei periodi dell’anno in cui ne abbiamo più bisogno. A tal fine puntiamo su un arredo minimal ma, soprattutto, che utilizzi i materiali naturali utili per percepire al meglio lo spazio circostante.

Modifichiamo il classico centrotavola con un contenitore in ceramica decorata a mano, il cestino porta utensili con un elemento in vimini e il tappeto della cucina con un modello in bambù, ideale per resistere agli schizzi d’acqua. Questi piccole attenzioni renderanno tutta la cucina in linea con la stagione.

5. Tessuti leggeri anche in tavola

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

Come per le decorazioni, anche i tessuti cambiano con il cambiare delle stagioni. Nella cucina per l’estate non possono mancare tessuti traspiranti e leggeri, anche in tavola.

Partendo dalle tende utilizziamo elementi più leggeri come ad esempio il lino e il cotone, molto facili da pulire e, al tempo stesso, traspiranti al punto da consentire il filtraggio della luce anche in un ambiente completamente esposto a nord. Le stesse poi si abbineranno in modo particolare a piccole decorazioni delicate.

Per la biancheria da tavola invece cerchiamo di mantenerci su un arredo minimal ed evitiamo di aggiungere troppi elementi. Un runner al centro della tavola può essere sufficiente durante tutta la giornata per decorare con suggestività. Per i momenti relativi ai pasti possiamo invece contare su una tovaglia in cotone antimacchia contraddistinta da decorazioni delicate ed estive.

6. Fiori e piante per decorare

Cucina per l’estate: 6 idee, benefici e vantaggi

Come abbiamo già accennato, nella cucina per l’estate è consigliabile conservare un arredo minimal, ma non per questo è necessario rinunciare alle decorazioni.

Piante e fiori profumati possono venire in nostro soccorso per decorare in modo delicato tutto l’ambiente. Optiamo per fiori di piccole dimensioni come ad esempio i gelsomini da collocare all’interno di vasi in corda oppure per piante aromatiche che, con le loro fragranze, allontanano anche gli insetti.

Galleria idee e foto di cucina per l’estate

Modificare qualche arredo della cucina per la stagione estiva consente di viverla in modo più sereno. In questa galleria di immagini abbiamo raccolto alcune idee e vantaggi da cui prendere spunto.