Organizzare la cucina: è inimmaginabile ma con poco sforzo possiamo ottenere l’ordine perfetto!

Valeria De Rose
  • Studentessa laureanda di Informazione Scientifica del Farmaco

Stai cercando un modo per mantenere sempre in ordine i cassetti della cucina? Vorresti trovare una soluzione che ti permetta di avere tutto sotto controllo? Non temere! Ecco 5 regole che ti permetteranno di risparmiare tempo e fatica in quello che è l’ambiente più utilizzato e vissuto di casa.

Galleria foto ed immagini

Come organizzare la cucina: 5 nuove regole

Per molti la cucina è il posto preferito della casa in quanto permette di scoprire nuovi piatti, gustare i cibi tanto amati e condividere momenti significativi con la propria famiglia. A volte ci si chiede se ci sia effettivamente un modo per rendere funzionale gli spazi della cucina, cosicché tutto possa essere in ordine.

In effetti, in un’ambiente razionalmente disposto e validamente attrezzato, cucinare diventa più semplice e gradevole. Senza dubbio su una tavola esteticamente graziosa, mangiare diventa un piacere! Ora vediamo insieme alcune nuove regole che indicheranno come risparmiare spazio e tenere tutto a portata di mano.

Come organizzare la cucina: 5 nuove regole

1. Organizzazione della dispensa

Come organizzare la cucina: 5 nuove regole

La dispensa è forse lo spazio più disordinato della cucina, in cui ogni alimento viene riposto senza porre più di tanto la giusta attenzione. Sacchetti di pasta iniziati, cereali sparsi, spezie ribaltate dai propri vasetti, insomma un vero e proprio caos! La buona notizia è che in commercio è possibile trovare appositi organizzatori per la pasta, i cereali, le spezie e molto altro, in questo modo riuscirete a ristabilire un po’ di armonia nella vostra dispensa.

È molto importante che i recipienti vengano disposti correttamente, ciò vuol dire che i contenitori possono essere distribuiti in ordine di altezza, quelli più grandi dietro mentre i più piccoli davanti. Un’altra regola molto importante da non sottovalutare è quella di munirsi di etichettatrice, questa vi consentirà di dare un aspetto grazioso ai vostri organizer, sui quali potrete scrivere il nome dell’alimento. Oltretutto vi permetterà di applicare la data di scadenza di quel determinato cibo.

2. Organizzazione delle posate

Come organizzare la cucina: 5 nuove regole

Ogni volta che si apre il cassetto delle posate quello che appare agli occhi è il trambusto più totale. Le stoviglie non rimangono mai al loro posto e rischiano di mischiarsi le une con le altre e questo andrà ad aumentare lo stress nel cercarle.

Oggi vi presentiamo un’ottima soluzione al vostro problema ovvero i divisori per cassetti. Sono composti da più scomparti all’interno dei quali poter disporre cucchiai, coltelli, forchette e molto altro. Si può acquistare un unico portaposate delle dimensioni del cassetto, in alternativa più contenitori di diverse misure possono essere assemblati per formarne uno grande. È altresì fondamentale che il cassetto delle posate venga costantemente pulito e igienizzato, così facendo si eviterà il contagio da parte di polvere e sporco in generale.

3. Organizzazione delle padelle

Come organizzare la cucina: 5 nuove regole

Solitamente si tende a disporre le padelle e le pentole una dentro l’altra e ogni qualvolta ci serva un utensile è un’impresa tirarlo fuori! Niente paura, ecco a voi i divisori per pentole e padelle, comodi, funzionali e semplici da posizionare.

È possibile trovarli in diverse colorazioni e materiali tra cui l’acciaio inox, uno dei migliori se si vuole evitare la formazione della ruggine. Vengono disposti all’interno di cassetti profondi ed è possibile regolarli in base alle dimensioni. Si tratta di una soluzione davvero conveniente oltre che salvaspazio, infatti con i vostri nuovi porta pentole risparmiare spazio nei vostri cassetti sarà finalmente possibile!

4. Organizzazione del frigorifero

Come organizzare la cucina: 5 nuove regole

Quello che non tutti sanno è che il frigorifero non è semplicemente uno spazio dove poter riporre tutto ciò che capita, piuttosto questo è formato da appositi ripiani che assumono una funzione rilevante.

Effettivamente il ripiano più basso è quello destinato ad ospitare frutta e verdura, ossia alimenti che non necessitano di temperature troppo fredde. Diversamente avviene nel ripiano più alto, quello più freddo, dove vengono riposti carne e pesce. Per ciò che concerne uova e latticini, dopo l’apertura vengono collocati nella parte centrale del frigo.

Infine lo sportello è la zona dove solitamente si dispongono latte, uova, burro e bibite in quanto richiedono una blanda refrigerazione. Anche per il frigorifero sono disponibili numerosi contenitori all’interno dei quali poter conservare i cibi, con una sicurezza in più data dalla chiusura salva freschezza.

5. Organizzazione della pattumiera

Come organizzare la cucina: 5 nuove regole

Ultima ma non per importanza è l’organizzazione della pattumiera, la quale richiede numerose attenzioni. I modelli delle nuove cucine sono predisposti di apposite pattumiere, collocate all’interno del cassettone presente al di sotto del lavello. Esse sono di gran lunga funzionali ed ecologiche, fino ad ora fare la raccolta differenziata non è mai stato così semplice!

Se la vostra cucina non è dotata di pattumiera ma disponete di uno spazio sotto il lavandino, allora potete acquistarne una e installarla senza alcuna difficoltà. Anche in questo caso è opportuno igienizzare i vari contenitori ed il cassetto, in tal modo andrete ad eliminare germi, batteri e cattivi odori. Per mascherare gli odori si consiglia l’acquisto dei sacchetti profumati, un tocco di essenza alla lavanda è proprio ciò che serve. Provare per credere!

Galleria idee e foto di come organizzare la cucina

Date un’occhiata alla nostra galleria di foto, vi proponiamo 5 regole importanti per l’organizzazione della tua cucina che, una volta messe in pratica, garantiranno un ambiente più pulito e ordinato.