Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

Materassi per bambini: un argomento davvero delicato dal momento che per i piccoli di casa desideriamo sempre il meglio. Se il mercato è ricco di modelli, è anche vero che considerando alcuni fattori, come rivestimenti e materiali, faremo di certo la scelta giusta.

Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

Galleria foto ed immagini

Il mercato di materassi per bambini è davvero molto vasto: tanti i modelli a disposizione tra i quali, molto spesso, è difficilissimo scegliere. Ogni genitore, si sa, desidera il meglio per il proprio figlio e garantirgli un buon riposo è certamente un obiettivo da centrare.

Benché possa apparire complicato, valutando alcuni aspetti (come materiali, rivestimenti e dimensioni) e sposandoli con le esigenze del piccolo di casa (che spesso sa farsi comprendere anche se non sa ancora parlare!) non potremo che fare la scelta giusta. Ecco di seguito 5 consigli che potranno facilitarci il compito.

Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

1. La misura perfetta per i materassi per bambini

Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

Le misure sono tra i primissimi criteri per valutare il migliore tra i materassi per bambini. È fondamentale che il modello scelto abbia esattamente le stesse misure del lettino: solo in questo modo non si creeranno spazi vuoti con le sbarre che potrebbero, tra l’altro, essere molto pericolosi. Uno degli incidenti più frequenti, in questo caso, è che il piccolo si incastri le manine o i piedini all’interno di questi spazi.

In genere sono semplicemente due le misure che dovremo prendere in considerazione. La prima, quella più piccola, è pari a 120 x 60 cm e corrisponde ai materassi per bambini più piccoli (sino ai 5 anni di età). La seconda, invece, è pari a 140 x 70 cm ed è perfetta per i bambini fino a 7 anni. Sono queste le dimensioni standard che si sposano con buona parte dei lettini attualmente sul mercato.

Attenzione anche allo spessore del materasso che deve essere compreso tra i 10 e i 13 centimetri. È sbagliato, difatti, pensare che prodotti più spessi possano garantire maggiore comfort perché non è affatto così!

2. Materassi per bambini: i materiali migliori

Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

Le misure dei materassi per bambini sono importantissime ma lo stesso discorso vale anche per i materiali con cui questi sono realizzati. Sono essenzialmente 4 quelli che vengono utilizzati per i materassi dei più piccoli. Vediamoli nel dettaglio:

  • Schiuma in poliuretano: è tra i migliori perché ha un’altissima capacità di adattarsi al corpo del bambino e riesce ad accompagnarlo in tutti i suoi movimenti. Un ottimo alleato per la prevenzione della cosiddetta “sindrome della testa piatta”. Il materiale in questione, inoltre, è molto leggero e pratico da rivestire.
  • Lattice: caratterizzato da un’estrema flessibilità, è tra i materiali con maggiori potenzialità anallergiche. Oltre ad accompagnare i movimenti del bambino, ne regolerà la temperatura corporea. Rispetto ai materassi in schiuma, quelli in lattice sono meno leggeri e costano di più.
  • Lana: ha proprietà ipoallergeniche, regola anch’essa la temperatura del corpo ed, essendo morbida, è perfetta per creare una zona molto confortevole per i più piccoli.
  • Fibre di cocco: hanno proprietà ipoallergeniche, antiacaro e traspiranti. Non sempre, però, sono consigliate dal momento che le fibre possono risultare dure.

Nonostante si senta sempre più spesso parlare di memory foam, non bisogna fare confusione. Se questo materiale, infatti, è molto adatto per gli adulti non è, invece, consigliato per i bambini. Cerchiamo, quindi, di evitarlo!

Per quanto riguarda la densità dei materiali, questa indica la capacità di sostegno dei materassi. Più questo parametro è elevato, maggiore sarà il sostegno fornito e maggiore, di conseguenza, la longevità del prodotto. Per i materassi per bambini, questo valore non deve essere né troppo alto né troppo basso. Indicativamente, si consiglia una densità pari a 30 Kg/m3 (al massimo) per i materassi in schiuma e a 55 Kg/m3 per quelli in lattice.

3. Materassi per bambini: quale rivestimento?

Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

Scegliere il rivestimento più adatto per i materassi per bambini è molto importante. Questo, infatti, andrà a contatto direttamente con la pelle del piccolo e, quindi, deve essere per forza di ottima qualità. Buoni rivestimenti sono, innanzitutto, traspiranti e termoregolatori. In questo modo garantiremo i giusti livelli di igiene, eviteremo che il bambino sudi o che rimanga bagnato durante il sonno. Il migliore materiale per i rivestimenti è, per queste ragioni, il poliestere.

Potremmo comunque optare anche per altri tipi di rivestimento naturale, antibatterico e naturale. I più indicati sono il tencel (tra i più assorbenti, morbidi e rinfrescanti) e la fibra di bambù (antibatterica, assorbente e anch’essa rinfrescante).

4. Le certificazioni indispensabili per i materassi per bambini

Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

La sicurezza deve essere una priorità quando parliamo di prodotti dedicati ai piccoli di casa. I materassi per bambini non fanno assolutamente eccezione, anzi! Un materasso dotato di certificazioni è certamente una garanzia in più per tutti i genitori che desiderano il meglio per i propri figli. Le più conosciute sono indubbiamente Certipur e Oeko Tex. Se notate questi marchi sull’etichetta potrete dormire sonni tranquilli.

ECARF è un’altra sigla importante da ricercare sul prossimo materasso di nostro figlio: certifica, infatti, che il prodotto è a bassissimo rischio di reazione allergica. Un aspetto di fondamentale importanza dato che circa il 25% dei neonati riscontra questa fastidiosa problematica.

5. Quali sono i migliori materassi per bambini?

Materassi per bambini: 5 modelli, consigli e soluzioni

Riposare bene è importante, indipendentemente dalla nostra età. Ecco perché, anche da bambini, dobbiamo poter contare su un materasso di qualità che ci accompagni, davvero, in notti da sogni d’oro. I migliori materassi per bambini sono quelli che sono adeguati, innanzitutto, alla loro età. Le esigenze di un neonato, infatti, non si coniugano proprio al massimo con quelle di un bambino più grande.

I neonati dormono moltissimo (anche 16-17 ore al giorno) per cui hanno bisogno di materassi morbidi, confortevoli ma non cedevoli per la culla. Tra i 4 e i 12 anni massima attenzione al sostegno del materasso: la colonna vertebrale, difatti, è in pieno sviluppo ed è per questo che bisognerà garantire un buon sostegno a tutte le zone del corpo.

Per mantenere, infine, un materasso per bambini a lungo nel tempo basterà seguire alcuni piccoli accorgimenti:

  • arieggiamolo spesso (almeno una o due volte al dì);
  • non passiamo il materasso da un bambino all’altro;
  • teniamo sempre conto delle esigenze dei più piccoli. Alcuni, infatti, non amano sin da piccolissimi la culla per cui dovremo predisporre la giusta sponda di sicurezza per il lettino e scegliere, quindi, un materasso più grande.

Galleria idee e foto di materassi per bambini

Avete capito bene quali sono i fattori indispensabili da considerare nella scelta di materassi per bambini? Potete rinfrescarvi le idee passando in rassegna le immagini che vi abbiamo proposto.