Fotovoltaico in inverno: 3 consigli utili per sfruttarlo al meglio

Autore:
Elisabetta Berra

Quando è inverno e ci troviamo in condizioni di scarsa luce e di freddo, può sembrare che il nostro impianto fotovoltaico non renda al meglio. In realtà, anche in questa stagione l’impianto può rendere al top, soprattutto se teniamo conto di alcuni consigli fondamentali a massimizzarne la resa anche nella stagione fredda.

Galleria foto ed immagini

Fotovoltaico in inverno: 3 consigli utili per sfruttarlo al meglio
Photo by bones64 – Pixabay

Un impianto fotovoltaico può diventare un alleato prezioso ai fini dell’abbattimento dei costi della luce sulle sempre più onerose bollette che ci arrivano a casa ogni mese. Questa fonte ad energia pulita esente da emissioni inquinanti, rende certamente al massimo in estate, quando le temperature sono elevate e il sole splende tutto il giorno.

Anche in primavera e all’inizio dell’autunno il fotovoltaico mostra delle ottime performance. Qualcuno potrebbe avere dei dubbi sul rendimento dell’impianto nella stagione invernale, data una situazione climatica di freddo rigido, scarsa luce e sole, intemperie di vario tipo.

In realtà, un impianto fotovoltaico può rendere al meglio anche in inverno, soprattutto se si tengono in conto alcuni consigli utili, in particolare 3, per la sua resa ai massimi livelli.

Attenzione a inclinazione, orientamento e ombreggiatura

Fotovoltaico in inverno: 3 consigli utili per sfruttarlo al meglio
Photo by Coernl – Pixabay

Vogliamo che i nostri pannelli fotovoltaici rendano al massimo in inverno? Cerchiamo di massimizzare la loro inclinazione e il loro orientamento. Proprio da queste due condizioni dipende la massima producibilità del nostro impianto fotovoltaico.

La massima resa si ottiene da moduli esposti a Sud, inclinati secondo la latitudine del posto. La resa scende del 3% con orientamento di 45° a Sud-Ovest o Sud-Est. E, addirittura, può calare in picchiata con un -25% se si adotta un’inclinazione maggiore.

Altresì è importante il discorso delle ombre proiettate sui pannelli solari da alberi o case adiacenti. Le ombreggiature riducono l’area colpita dal sole modificando il comportamento dei moduli fotovoltaici, per cui la produzione energetica scende.

Bisogna, inoltre, prestare attenzione alle ombre stesse dei pannelli fotovoltaici. Per evitare che i moduli si oscurino tra loro a causa delle ombre, è fondamentale distanziarli di 5 metri tra ciascuna fila.

Attenzione a posizionare ottimizzatori e inverter

Fotovoltaico in inverno: 3 consigli utili per sfruttarlo al meglio
Photo by JoseMalagonArenas – Pixabay

Affinché il nostro impianto fotovoltaico lavori al massimo anche in inverno, non dobbiamo solo fare attenzione alla posizione dei pannelli solari ma anche dell’inverter e degli ottimizzatori annessi all’impiantistica.

Dove posizionare l’inverter per la massima resa invernale? In questo caso la strumentazione potrà essere posta il più possibilmente vicino agli stessi moduli solari. In questo modo si eviterà il dispendio energetico. Gli ottimizzatori, poi, garantiranno il monitoraggio produttivo e la sua efficienza.

Non sottovalutare la manutenzione dell’impianto

Fotovoltaico in inverno: 3 consigli utili per sfruttarlo al meglio
Photo by chrischesneau – Pixabay

Se, in inverno, desideriamo che il nostro impianto fotovoltaico tocchi la sua resa massima, non dobbiamo mai sottovalutare o, peggio, dimenticare di provvedere alla sua corretta manutenzione. Annualmente dobbiamo farlo controllare da personale specializzato e questo vale anche per gli impianti di piccole dimensioni.

Molto importante è anche la pulizia del nostro impianto fotovoltaico. Soprattutto in inverno più che mai, i moduli si sporcano a causa delle intemperie. E la sporcizia può portare un -10% all’efficienza del nostro impianto.

Fotovoltaico in inverno, 3 consigli utili per sfruttarlo al meglio: foto e immagini