Erosione costiera, la metà dei Comuni é in una situazione grave

Autore:
Elisa Cardelli Ceroni
  • Autore - Laurea in Semiotica

L’erosione costiera in Italia rappresenta una situazione preoccupante che merita di essere analizzata con attenzione. In particolare, tra il 2006 e il 2022 pare che ben 1 comune su 12 abbia subito arretramento della linea della costa sul suo litorale.

Erosione costiera, la metà dei Comuni é in una situazione grave
Photo by dimitrisvetsikas1969 – Pixabay

La situazione delle coste italiane sta continuando a peggiorare: dal 2006 al 2020 infatti ben 54 comuni su 644 costieri hanno visto crescere l’erosione costiera su gran parte del loro litorale. In questo lasso di tempo, sono addirittura i comuni che hanno visto il fenomeno dell’erosione della linea di costa tra l’80% e il 90% della lunghezza totale. A questi si aggiungono anche 8 comuni che vedono l’erosione arrivare ad una percentuale tra il 70% e l’80%. Ce ne sono poi 16 che hanno visto il litorale eroso per il 50%-60%.

Galleria foto ed immagini

 I dati Ispra non sono positivi

Erosione costiera, la metà dei Comuni é in una situazione grave
Photo by kordi_vahle – Pixabay

L’erosione costiera nel nostro Paese è una situazione parecchia complessa e a mostrarlo nettamente sono i dati di Ispra. Nonostante ad un primo sguardo sembra che i comuni interessati dal fenomeno siano pochi, ma in realtà si deve considerare secondo l’Istituto per la protezione e la ricerca ambientale anche il fatto che

e percentuali riportate riguardano l’intera costa di ciascun comune, occupata anche da tratti che non sono spiagge e che non possono quindi andare in erosione, come i tratti di costa rocciosa, le foci fluviali e tutte le opere antropiche.

Bisogna comunque dire che esiste un rovescio della medaglia: in Italia infatti ci sono anche 16 comuni che hanno mostrato coste intatte per oltre l’80% del totale. Questi comuni sono:

  • Altidona
  • Camaiore
  • Campofilone
  • Camporosso
  • Curinga
  • Grisolia
  • Mondragone
  • Montebello Jonico
  • Numana
  • Pietrasanta
  • Porto Viro
  • Sant’Alessio Siculo
  • Satriano
  • Stilo
  • Viareggio
  • Villafranca Tirrena

I fattori che hanno portato all’erosione costiera

Dai dati emersi dalla ricerca Ispra si comprende bene che la dinamica attuale delle coste italiane appare tutt’altro che naturale e questo di certo porta preoccupazioni. Questo è di estrema importanza dal momento che solo prestando attenzione a tale aspetto è possibile andare fino in fondo e comprendere come comportarsi per migliorare le cose.

A provocare l’erosione delle coste sono dunque diversi fattori tra i quali spicca di certo il cambiamento climatico. Oltre a questo, bisogna anche dire che spesso sull’arretramento della linea della costa va ad incidere anche la subsidenza naturale o quella provocata dall’estrazione di fluidi provenienti dal sottosuolo come ad esempio le falde acquifere.

A comportare modifiche alla costa ci pensano anche i sistemi di dune costiere oppure l’azione dell’uomo con la creazione di sbarramenti nei corsi d’acqua che vanno a limitare l’arrivo di sabbia e fango nelle aree costiere. Ecco allora che anche frangiflutti e moli, così come le infrastrutture marine come i moli, causano dei problemi alle linee costiere che tendono dunque ad arretrare.

Proprio l’azione antropica quindi determina un peggioramento per quanto concerne l’erosione costiera.

Erosione costiera, la metà dei Comuni é in una situazione grave: foto e immagini

L’erosione delle coste in Italia rappresenta una situazione molto grave che andrebbe trattata con la giusta attenzione. Per ulteriori dettagli, suggeriamo di scorrere la galleria immagini che abbiamo realizzato qui di seguito.