Energia Pulita: la prima Giornata Internazionale proclamata dall’ONU

L’energia affronta una doppia sfida: non lasciare indietro nessuno e proteggere il pianeta. E per raggiungere questo obiettivo, l’energia pulita è fondamentale. In un mondo in lotta contro il cambiamento climatico, l’energia pulita riduce le emissioni, oltre a fornire elettricità alle comunità che non hanno accesso a fonti energetiche affidabili. Oggi, infatti, 675 milioni di persone vivono nell’oscurità totale: 4 su 5 sono nell’Africa subsahariana. La connessione tra energia pulita, sviluppo socio-economico e sostenibilità ambientale è fondamentale per affrontare i problemi delle comunità vulnerabili in tutto il mondo.

Energia Pulita: la prima Giornata Internazionale proclamata dall’ONU
Photo by MoneyforCoffee – Pixabay

Energia pulita Giornata Internazionale: perché il 26 gennaio

La Giornata Internazionale dell’Energia Pulita è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione A/77/327. La data scelta, il 26 gennaio, coincide con l’anniversario della fondazione dell’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA), un organismo intergovernativo globale creato nel 2009 per sostenere i Paesi nella loro transizione energetica, fungere da piattaforma per la cooperazione internazionale e fornire dati e analisi sulle tecnologie, l’innovazione, la politica, la finanza e gli investimenti nel settore dell’energia.

L’obiettivo principale della Giornata è aumentare la consapevolezza e mobilitare azioni per una transazione all’energia pulita e inclusiva a beneficio delle persone e del pianeta.

Energia Pulita: la prima Giornata Internazionale proclamata dall’ONU
Photo by ENiemela – Pixabay

Significato e importanza della Giornata

In un momento cruciale per riconoscere e sottolineare l’importanza vitale delle energie pulite nel contesto globale, questa Giornata rappresenta una piattaforma significativa per aumentare la consapevolezza pubblica circa l’urgente necessità di affrontare il cambio climatico: il crescente riconoscimento che le energie rinnovabili e pulite sono fondamentali per ridurre le emissioni di gas serra derivanti dalla comnbustione fossile, rende la giornata uno stimolo per riflettere in maniera critica sulla transizione energetica in atto.

Ridurre la dipendenza dalle risorse non rinnovabili e limitare l’impatto ambientale sono infatti i principali obiettivi alla base di questa transazione, fondamentale non solo per la salvaguardia dell’ambiente, ma anche per garantire l’accesso universale all’energie.

Energia pulita: è ancora disparità mondiale

In molte regioni del mondo, l’accesso a fonti di energia rinnovabili e sostenibili è ancora una sfida, e le energie pulite rappresentano una soluzione vitale per colmare questa lacuna.

Attualmente, 675 milioni di persone vivono nell’oscurità totale; 4 su 5 sono nell’Africa subsahariana. La connessione tra energia pulita, sviluppo socio-economico e sostenibilità ambientale è fondamentale per affrontare i problemi delle comunità vulnerabili in tutto il mondo.

Nelle popolazioni che non hanno accesso all’energia pulita, ad esempio, la mancanza di sicurezza energetica ostacola l’istruzione, l’assistenza sanitaria e le opportunità economiche; inoltre, molte di queste regioni in via di sviluppo dipendono ancora pesantemente dai combustibili fossili inquinanti per la vita quotidiana, perpetuando la povertà.

Se le tendenze attuali continuano, entro il 2030 una persona su quattro utilizzerà ancora sistemi di cottura non sicuri, malsani e inefficienti, come la combustione di legna o sterco.

Energia Pulita: la prima Giornata Internazionale proclamata dall’ONU
Photo by Kanenori – Pixabay

C’è speranza per il futuro?

Sebbene la situazione stia migliorando, il mondo non è sulla buona strada per raggiungere l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 7, che mira a garantire l’accesso a un’energia economica, affidabile, sostenibile e moderna per tutti entro il 2030. L’Assemblea Generale terrà un bilancio globale sull’SDG 7 nell’aprile 2024 per valutare i progressi e raccomandare soluzioni.

È estremamente importante riconoscere che ogni sforzo nella direzione dell’energia pulita non solo beneficia l’ambiente ma contribuisce anche a costruire un futuro più giusto e inclusivo. Guardando verso l’obiettivo del 2030, dobbiamo intensificare i nostri sforzi collettivi per assicurare che nessuno venga lasciato indietro nella corsa verso l’energia pulita.