Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

Lo stile tropicale è tra quelli capaci di rendere la nostra casa più fresca, luminosa e colorata. Un richiamo alla natura tipica dei tropici che possiamo ricreare al meglio stando attenti a seguire alcune semplici regole: dai colori ai materiali, dagli arredamenti alla luce. Unendo a tutto ciò la nostra fantasia sarà impossibile sbagliare!

Galleria foto ed immagini

Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

Lo stile tropicale è una delle tendenze di arredamento più apprezzate da chi ama la natura a 360 gradi e desidera riprodurla anche all’interno del proprio ambiente domestico. Uno stile che si mostra indubbiamente più particolare ed eclettico rispetto a tanti altri. Per realizzarlo al meglio, difatti, è fondamentale stare attenti a non esagerare, con il rischio di appesantire troppo gli ambienti e creare spazi tutt’altro che piacevoli da vivere.

Per realizzare uno stile tropicale perfetto è importante prendere in considerazione diversi aspetti e scegliere l’illuminazione, i colori e gli arredi giusti. Ci sono, comunque, degli errori sempre dietro l’angolo ed in cui è facile incappare. Cercare di fare chiarezza, quindi, risulta essere fondamentale.

Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

1. Stile tropicale: tende leggere ed ambienti luminosi

Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

Vogliamo ricreare a casa nostra un arredamento in perfetto stile tropicale? Una delle prime regole da cui non possiamo assolutamente prescindere riguarda la luminosità dei nostri ambienti. Dobbiamo renderli luminosi quanto più possiamo scegliendo, innanzitutto, delle tende che permettano alla luce naturale di penetrarle.

Devono essere, quindi, di un colore chiaro e molto leggere realizzate in cotone o in lino.

Per quanto riguarda le porte e gli infissi, è bene optare per un bel colore bianco candido che riflette bene la luce e contribuisce già di per sé a dare una maggiore luminosità alle stanze. E le pareti? L’avorio è uno dei colori d’eccellenza così come il verde (nelle sue tonalità più vive). A questi possiamo accostare tranquillamente il bianco mentre è meglio evitare abbinamenti con colori troppo diversi per non spezzare l’armonia.

2. Stile tropicale, i materiali giusti per l’arredamento

Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

Per un perfetto stile tropicale dobbiamo prestare la massima attenzione agli oggetti e ai mobili da utilizzare per l’arredamento. Una delle regole principali prevede, infatti, che i materiali che devono essere utilizzati in una casa “tropical” sono esclusivamente quelli di origine naturale. Ecco perché il legno va benissimo così come il tanto amato bambù ed il rattan.

Il clima tropicale, lo sappiamo, è caratterizzato dalle temperature particolarmente calde: il rattan ed il bambù le evocano nella maniera migliore! Un perfetto arredamento, ad esempio, può essere quello che ti abbiamo indicato in foto: un set composto da divano, poltrone e tavolo in materiale naturale al 100% e che evocano i tropici. Per abbellirli potrai scegliere cuscini decorati con motivi floreali a patto che siano realizzati in materiale ecologico e naturale.

Una delle domande che ci facciamo più spesso riguarda i tappeti: è possibile inserirli in un arredamento in stile tropicale? La risposta è positiva a patto che, anche in questo caso, siano realizzati con materie prime naturali. Canapa e corde sono le scelte d’élite. Per le pareti è bene optare per l’applicazione di carta da parati che richiami le fantasie tropicali, foglie di palma ed animali in primo piano.

3. Non c’è stile tropicale senza piante

Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

Già solo a parlarne, lo stile tropicale evoca il verde, la natura e, quindi, le piante. Proprio queste sono un elemento fondamentale ed immancabile per tutti gli ambienti che vogliono evocare il fascino dei tropici. Scegliere le piante più adatte non sarà molto semplice se conosciamo bene quanto contraddistingue l’ambiente tropicale. Via libera a palme, ficus, piante grasse e rampicanti.

Quali sono le specie di piante più adeguate? Vanno indubbiamente per la maggiore l’orchidea, il tulipano, la felce e la dracena. Sono tutte piante che vivono benissimo negli ambienti più umidi e non avranno difficoltà ad adattarsi al meglio a quelli domestici.

4. Stile tropicale, quali colori?

Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

I colori sono importantissimi per ricreare un perfetto stile tropicale. Si tratta, infatti, di una variabile fondamentale alla quale occorre prestare particolare attenzione per non rischiare di appesantire gli ambienti. Il verde, per forza di cose, è il più indicato dal momento che richiama la natura in tutto e per tutto. Anche l’azzurro mare è una tonalità che non può mancare così come il rosa e l’arancio che richiamano il colore del piumaggio di molti uccelli tropicali e dei tramonti.

Chi ama la carta da parati si troverà dinnanzi ad una vasta gamma di possibilità per scegliere il modello che più si addice alle proprie necessità. Tutte avranno in comune il richiamo all’ambiente dei tropici, con stampe esotiche ed un occhio rivolto a quelli che erano i design amati negli ormai lontani anni Cinquanta. I motivi più gettonati? La fitta vegetazione tipica delle foreste tropicali e quelli che riproducono alcuni degli animali tropicali per eccellenza, come i pappagalli.

5. Arredare casa in stile tropicale: gli errori da non commettere

Stile tropicale: 5 nuove regole fondamentali

Viste quelle che sono le regole principali da seguire per arredare casa in stile tropicale, è importante fare un focus anche su quelli che sono i principali errori che non bisogna commettere. Il rischio di farlo, difatti, è abbastanza alto e un appesantimento degli ambienti è davvero molto più che probabile. Ne abbiamo scelti 5 da cui tenersi alla larga:

  1. Non esageriamo con i colori tanto per le pareti che per gli eventuali oggetti d’arredamento (come tessili o cuscini). Cerchiamo, invece, di smorzare utilizzando l’abbinamento con il bianco o con il color legno in modo da alleggerire lo sguardo.
  2. Non scegliamo materiali che non siano esclusivamente di origine naturale. Lo stile tropicale, infatti, pretende che lo siano e, proprio per questo, scegliere materie sintetiche o plastiche è davvero un errore molto grave.
  3. I tessuti sintetici sono assolutamente banditi ed è vietato utilizzarli per creare stili tropicali. Data la loro caratteristica, infatti, sono ammessi esclusivamente tessuti naturali (ok al lino ed al cotone).
  4. Le piante devono essere vere. Non acquistiamo piante o fiori finti con la presunzione di ricreare un tropical stile che possa realmente definirsi tale.
  5. Qualora scegliessimo la carta da parati, dobbiamo riuscire ad abbinarla al meglio a seconda della stanza in cui ci troviamo. Per la camera da letto, ad esempio, è impensabile utilizzare toni troppo accesi e vivaci. Andranno bene decorazioni più delicate. Nella zona giorno, al contrario, potremo osare.

Galleria idee e foto stile tropicale

Hai capito tutte le principali regole che bisogna seguire per non tradire i dettami dello stile tropicale? Puoi rinfrescarti la memoria dando uno sguardo alle immagini che ti abbiamo proposto.