Stile Japandi: le 10 regole fondamentali per ricrearlo in casa

Lo stile Japandi nell’interior design è un ibrido che nasce dalla fusione tra due correnti d’arredamento provenienti da continenti diversi. Japanise + Scandi; uno asiatico dal Giappone, l’altro dalla Scandinavia, la regione europea che comprende Svezia, Norvegia e Danimarca. Dai un’occhiata alla nostra guida per saperne di più sullo stile Japandi e scoprire come inserirlo nel design della tua casa.

Galleria foto ed immagini

stile-Japandi

Il calore e l’intimità del design scandinavo si mescolano al comfort e al minimalismo del design giapponese.

Punto di partenza comune è il minimalismo, che si evolve in questo stile con i concetti di pulizia, calore e intimità tipici dello stile nordico insieme alla ideologia giapponese che esalta la bellezza delle imperfezioni.

Il Japandi ha uno stile tutto suo. Infatti pur essendo fuse insieme, entrambe le filosofie di arredamento mantengono una propria individualità. Caratterizzato da spazi luminosi, semplici e ordinati con temi naturali e materiali rustici, una tavolozza di colori leggera ma contrastante e linee pulite.

Detta così può sembrare un’impresa non facile, ma scopriamo nel dettaglio tutti i punti fondamentali da seguire per ottenere una casa in stile Japandi.

10 modi per creare lo stile Japandi a casa tua

stile-Japandi

Linee semplici e pulite, spazi ordinati, tessuti naturali e materiali come il legno sono i principi di base di Japandi.

Inoltre, i mobili bassi e l’artigianato di buona qualità, i materiali ecologici e locali, uno stile di vita modesto possono essere gli elementi più caratterizzanti di questo stile.

1. Prendi in prestito i principi del design minimalista

Japandi-minimalismo

Japandi e minimalismo non sono la stessa cosa, ma questi due stili di design condividono una serie di tratti:

  • linee pulite
  • tavolozze di colori semplici
  • sostenibilità.

Le case in stile Japandi dovrebbero essere ordinate, utilizzare materiali eco-compatibili, enfatizzare la praticità e avere una tavolozza di colori per lo più neutra. Quando decori una casa Japandi, dai la priorità alla qualità rispetto alla quantità.

2. Ispirati alle decorazioni giapponesi

japandi-legno-scuro

L’uso di mobili in legno scuro e bambù, spazi aperti e illuminazione naturale sono tutti pilastri dell’interior design giapponese che spesso appaiono anche nello stile Japandi. Porte scorrevoli, mobili bassi e pezzi ispirati alla natura insieme a toni chiari della terra, neri e rossi profondi sono altrettanti temi comuni. Parti da qui per mixare questi elementi al design scandinavo.

3. Rendi omaggio all’interior design scandinavo

japandi-scandi-style

Hygge è un concetto popolare nel design danese e norvegese. Si basa sulla sensazione di intimità ispirata da un ambiente. Ma non è l’unica tendenza del design scandinavo da cui attinge la decorazione d’interni Japandi. Oltre a tocchi rustici e legno naturale, le case scandinave evitano anche il disordine, si accessoriano con piante da appartamento, i motivi e i colori vivaci sono ridotti al minimo, ma dovrebbero il più possibile trarre ispirazione dalla natura.

È davvero importante e necessario stabilire una connessione tra l’uomo e il suo ambiente inserendo nell’arredamento materiali naturali ed ecosostenibili.

Anche la filosofia Zen, che ha influenzato l’architettura giapponese, ha una percezione spirituale di tutto ciò che viene inserito in un ambiente, rivelando le qualità interiori e l’essenza di materiali e oggetti.

Legno, bambù, canapa e altri materiali naturali sono popolari nell’interior design di Japandi. Di questi, il legno è forse la scelta più comune. Lo stile giapponese predilige il legno scuro, quello Scandi tende a utilizzare legno non colorato, più chiaro e naturale. Il mix di queste due tendenze funziona bene per creare il contrasto di colori di cui il Japandi ha bisogno.

Il legno nello stile Japandi

japandi-legno

L’uso del legno, principalmente il rovere chiaro, è uno dei materiali naturali preferiti nel design Japandi.

Entrambe le culture, giapponese e scandinava, sono consapevoli della forza che scatenano eventi naturali come terremoti e tempeste. Ed entrambe trovano il modo di celebrare questa forza attraverso l’uso del legno, solido ma leggero allo stesso tempo.

Preferisci tessili dalle texture semplici, calde e naturali

japandi-tessili

Assicurati di scegliere cotone e lana per tappezzeria, tende, tendaggi, cuscini e guanciali.

Tuttavia, non è il tipo di tessuto, ma il design e la trama ad avere un impatto significativo per creare una stanza calda, accogliente e naturale.

È facile concentrarsi così tanto sul lato minimalista di questa tendenza che si finisce per essere troppi rigidi, eliminando del tutto sia i colori che motivi e trame. Per evitare che ciò accada, prova a incorporare alcuni arredi morbidi qua e là, con un tappeto ad esempio o aggiungendo plaid a maglia spessa o finte pellicce. Inoltre, non esitare ad accumulare cuscini e coperte nella tua camera da letto per abbracciare il lato confortevole e hygge di questa tendenza di interior design.

4. Crea un’illuminazione a tonalità bilanciate

japandi-illuminazione

Gli spazi della tua casa dovrebbero essere in armonia. Anche la luce dovrebbe essere prettamente naturale, come i raggi lunari tanto apprezzati in Giappone, e diffusa in maniera omogenea come quella delle lampade Shoji. Fatte a mano, con una struttura in legno e carta di riso shoji, queste lampade creano un’atmosfera nella tua stanza come nessun’altra.

La carta di riso è utilizzata anche per filtrare la luce esterna da porte, finestre o pannelli divisori. Le lampade giapponesi hanno un design minimalista, ma sono incredibilmente eleganti. I telai in legno aggiungono un aspetto naturale e si adattano ad ogni casa moderna.

5. Per lo stile Japandi usa i contrasti di colore

japandi-contrasto-colori

Bianchi luminosi, tonalità che ricordano la terra e grigi moderni sono i colori da cui partire secondo lo stile giapponese. Mentre la maggior parte degli stili di decorazione minimalista consentono contrasti leggeri, nel Japandi il contrasto forte è uno degli elementi fondamentali, specialmente quando si tratta di accessori, decorazioni per pareti e arredi morbidi come tappeti, cuscini e coperte. Puoi aumentare il contrasto di uno spazio mescolando legni chiari con macchie di nero, rosso e altri colori scuri per un effetto visivo sorprendente.

6. Il Japandi non ama il disordine

japandi-ordine-pulizia

Soprammobili casuali e superfici disordinate non hanno posto nello stile di casa Japandi. Un buon primo passo durante la ristrutturazione è riordinare lo spazio e limitare gli oggetti solo ai più funzionali, sentimentali o importanti per l’estetica generale del design.

Una regola facile da seguire per mantenere una casa ordinata è quella chiamata “One Touch” che consiste, in altre parole, nel riporre subito gli oggetti che utilizzi, maneggiandoli una volta soltanto. Ad esempio: apri la posta non appena la ricevi. Non lasciare che si ammucchino pile di scartoffie. Oppure, piega i vestiti appena asciugati; lava subito i piatti e così via.

7. Geometrie morbide in arredi e complementi

japandi-pattern

Flusso e forma sono i pilastri primari della tendenza Japandi. Incorporare motivi semplici nell’arredamento della tua casa, mantenere le superfici libere da ingombri e utilizzare mobili non decorati, sono piccoli trucchi che possono aiutare a ottenere questo stile.

Anche se lo stile Japandi utilizza un’estetica essenziale, con radici nel minimalismo, richiede l’aggiunta di alcuni accessori audaci per evitare che gli spazi sembrino troppo freddi e sterili.

Che si tratti di una lampada, di una pianta particolare, di un vaso colorato o di un centrotavola, inserire nell’arredamento un paio di pezzi accuratamente selezionati può aiutare ad aggiungere vita e personalità alla tua casa. Assicurati solo che questi elementi si adattino allo stile e allo spazio.

8. Lo stile Japandi e le piante in vaso

japandi-piante

Preferisci piani eleganti come bonsai, bambù, Monstera, palme, piante grasse e fioriere sospese nella giusta quantità, sono tutte ottime scelte per una casa in stile Japandi, grazie al contrasto che creano in uno spazio.

Portare l’esterno all’interno, per ricreare la natura nel tuo spazio vitale, è la pietra angolare del design per una casa Japandi. Quindi, assicurati di aggiungere piante in vaso come parte della decorazione. Ti aiuteranno non solo a fare arredamento ma miglioreranno anche la qualità dell’aria negli ambienti che vivi quotidianamente.

9. Utilizzare materiali leggeri e funzionali

japandi-mobili-funzionali

Nello stile Japandi ogni pezzo di mobilio e ogni oggetto d’arredo ha uno scopo.

La bellezza dei mobili Japandi sta nelle sensazioni che crea: il comfort, la funzionalità e l’eleganza sono apprezzati rispetto all’estetica complessa e decorata. Pezzi come tavoli bassi giapponesi (chiamati chabudai), sedie scandinave intrecciate, sedie tatami e divani con schienale dritto, possono essere mescolati per ottenere l’aspetto armonioso e ibrido per cui è nota la tendenza Japandi. Assicurati di non riempire eccessivamente le stanze con mobili inutili. Raggiungere il look Japandi dipende spesso da ciò che lasci fuori, non solo da ciò che metti.

10. Cura l’arredamento anche delle pareti

japandi-decorazioni-pareti

Mentre troppi arazzi sarebbero un passo falso nello stile di casa giapponese, appendere un paio di opere d’arte geometriche o a tema natura, un arazzo colorato, uno specchio di legno, possono far percepire la tua casa come più accogliente, calda e vissuta.

Le foto dovrebbero essere limitate a quelle con un valore sentimentale che richiamano ricordi gioiosi o vibrazioni positive. Dopotutto, lo stile Japandi, a differenza del vero minimalismo, non scoraggia tocchi personali come questi, purché siano eseguiti con gusto e moderazione.

Galleria idee e foto per arredare in stile Japandi

Una carrellata di idee e spunti da seguire per poter portare lo stile Japandi a casa tua.