Stile industrial: come arredare bagno

Federica De Blasio
  • Dott. in lingue e letterature moderne

Vi piace così tanto lo stile industrial che avete deciso di arredare anche il bagno così? Allora lasciate i tubi a vista, ricordatevi di usare mobili vintage, scegliete una doccia in vetro e lavandini grandi e fate attenzione anche alla scelta del pavimento e della carta da parati.

Galleria foto ed immagini

stile-industrial-come-arredare-bagno-4

Lo stile industriale ha come intento quello di ricreare l’ambiente che c’era nelle vecchie fabbriche. Sicuramente non parliamo di luoghi molto confortevoli ed eleganti, quindi si tratta di una tendenza molto particolare.

Ad esempio spesso c’erano le tubature visibili, lasciare i tubi scoperti, quindi, è una delle prime cose da fare se volete arredare il vostro bagno in stile industriale. Altri accorgimenti riguardano i lavandini, devono essere grandi, semplici e con i rubinetti in metallo.

Attenzione anche alla doccia, meglio preferire quella in vetro, mentre per la vasca sceglietene una vintage. Anche il resto dei mobili non devono essere nuovi, ma potete trovare soluzioni alternative per sfruttare pezzi d’epoca. Infine, optate per il pavimento in grès e per i mattoni a vista sulle pareti.


Leggi anche: Abbellire casa in stile industriale: 20+ idee e foto

Mentre per accedere a tutte le sfumature dello stile industriale, abbiamo realizzato una guida completa, da come improntare la casa strutturalmente tra pilastri, pareti, infissi, all’arredo ed elementi d’arredo, tavolini, sedie, sgabelli e tavolo, ai colori pareti ed alla filosofia che c’è dietro, puoi seguire l’articolo abbellire casa in stile industriale idee e foto.

stile-industrial-come-arredare-bagno-22

Lasciare i tubi a vista

Generalmente, quando si arreda casa, si fa di tutto per coprire i tubi che sono visibili, in quanto non sono belli esteticamente. Se però volete arredare il bagno in stile industriale, dovete lasciarli scoperti. Infatti, le tubature ben in vista sono una delle caratteristiche principali di questa tendenza.

Ciò che potete fare è scegliere un lavandino a incasso e non mettere sotto nessun mobile, in modo che si vedano i tubi. In alternativa, ce ne sono alcuni che hanno dei supporti in acciaio che sembrano appunto delle tubature, sono fatti appositamente per ricreare lo stile industriale e potete optare anche per quelli.

stile-industrial-come-arredare-bagno

Attenzione alla scelta del lavandino

Sempre a proposito di lavandini, considerate che nelle vecchie fabbriche ce n’erano alcuni molto grandi perché dovevano permettere a tanti operai di lavarsi contemporaneamente. Proprio per questo, optate per un lavandino particolarmente grande, meglio se di forma rettangolare.


Potrebbe interessarti: Quadri adatti per la casa in stile industrial: 10 idee e foto

Una buona idea, se avete spazio, è anche quella di metterne due vicini. Ad ogni modo non scegliete un lavandino troppo elegante di una ceramica pregiata, piuttosto preferitene qualcuno un po’ più grezzo.

Prestate attenzione anche ai rubinetti. Lo stile industrial tra i materiali preferite annovera sicuramente l’acciaio, quindi optate per rubinetti di questo tipo. In alternativa vanno bene anche dei rubinetti vintage.

stile-industrial-come-arredare-bagno-2

Doccia in vetro

Per quanto riguarda la scelta della doccia, no a quelle con le tendine e assolutamente sì a quelle in vetro. Scegliete un modello dalle ampie vetrate, con delle linee semplici e dritte. Per ricreare un perfetto stile industrial, sarebbe l’ideale se ci fossero anche dei dettagli in ferro per la struttura.


Idee design personalizzate per te? Iscriviti al gruppo

Tuttavia, poiché a contatto con l’acqua, si rovinerebbe. La soluzione migliore in questo caso, quindi, è quella di optare per l’alluminio, che riesce a ricreare un effetto simile. Per quanto riguarda la scelta del piatto doccia, invece, molto dipende dal vostro gusto.

Se non lo ritenete necessario, potete anche optare per una doccia walk-in. Attenzione anche alla scelta del sifone, meglio optare per uno particolarmente grande e vistoso.

stile-industrial-come-arredare-bagno-14

Vasca vintage

Per quanto riguarda la vasca, invece, ispiratevi a quelle di una volta. Ad esempio, le vecchie tinozze sono perfette. Potete scegliere una vasca dallo stile vintage, preferendo quelle in rame o in ottone.

Le forme possono essere molto diverse, infatti ci sono quelle dalle linee nette e minimal che sono più moderne, ma trovate anche modelli dalle forme più particolari che sono, appunto, vintage.

stile-industrial-come-arredare-bagno-16

Mobili vintage

In un bagno in stile industriale, non potete di certo pensare di mettere mobili nuovi ed eleganti. Al contrario, servono tutti quelli dall’aspetto grezzo e invecchiato, possibilmente con dei dettagli in metallo.

Potete anche pensare a soluzioni alternative, come quella di usare una vecchia cassetta degli attrezzi al posto del vostro beauty case o adibire un vecchio carrellino ad esempio ad un mobile in cui riporre gli asciugamani.

Potete sfruttare anche delle vecchie travi per creare delle mensole o dei portaoggetti particolari. Insomma, dovete essere creativi e riciclare tutti i pezzi che trovate a disposizione.

stile-industrial-come-arredare-bagno-20

Pavimenti e pareti

Infine, ci sono degli accorgimenti a cui prestare attenzione anche per quanto riguarda i pavimenti e le pareti. Partiamo dall’idea che i mattoni in vista erano una delle caratteristiche principali delle fabbriche e quindi anche dello stile industriale.

L’ideale, quindi, sarebbe avere un muro così. Se pensate che non sia fattibile, potete semplicemente procurarvi della carta da parati tridimensionale proprio con dei mattoni disegnati, in modo che vada a riprodurre l’effetto desiderato.

Per il resto delle pareti potete optare per il classico bianco, ma anche per un grigio. Per quanto riguarda il pavimento, invece, il gres è senza dubbio la soluzione più adatta.

stile-industrial-come-arredare-bagno-22

Stile industrial, come arredare bagno: foto e immagini

Un bagno in stile industrial è sicuramente molto particolare. Potete seguire i consigli dell’articolo per ricreare anche voi questa tendenza. Se però volete un’anteprima di come potrebbe essere il risultato, date uno sguardo alle immagini nella galleria sottostante.