Stile Feng Shui: 4 nuove regole rivoluzionarie e risparmio

Lorenzo Renzulli
  • Dott. in Conservazione dei Beni Culturali

Il Feng Shui è un’antica arte nata in Cina e che affonda le sue radici nel taoismo. Possiamo definirla come una disciplina ausiliaria dell’architettura che prende in considerazione numerosi aspetti da quelli estetici e psicologici, fino a quelli astrologici.

Stile Feng Shui: 4 nuove regole rivoluzionarie e risparmio

Galleria foto ed immagini

Nel corso del tempo il Feng Shui è, per certi versi, diventato uno stile d’arredo a tutti gli effetti, capace di ritagliarsi un crescente spazio e gradimento in Occidente e di influenzare, di conseguenza, le scelte d’arredo di addetti ai lavori e non. Ecco alcune importanti regole per applicare il Feng Shui e magari risparmiare anche qualche euro.

Stile Feng Shui: 4 nuove regole rivoluzionarie e risparmio

1. Stile Feng Shui e colori da utilizzare in casa

Stile Feng Shui: 4 nuove regole rivoluzionarie e risparmio

Il principale obiettivo del Feng Shui è quello di creare un’energia positiva all’interno della casa per far vivere al meglio i suoi abitanti o semplici frequentatori, occasionali o abituali che siano. Chi opta per questo stile di arredo vuole, in genere, creare spazi con un’atmosfera armoniosa, in cui regnino un profondo senso di benessere ed equilibrio.

Per creare un’atmosfera di questo tipo, che risulti sempre gradevole e accogliente, sarà bene scegliere con cura, non solo il posizionamento dei vari elementi, ma anche i colori che si andranno ad utilizzare. Bisognerà anche illuminare a dovere i vari ambienti, sfruttando al massimo la luce naturale proveniente dalle finestre che dovranno essere, quindi, molto ampie.

Nel Feng Shui ogni colore ha un suo preciso significato e trova specifici impieghi nelle varie zone della casa. I colori caldi come il rosso e l’arancione, ad esempio, sono consigliati per il soggiorno, in quanto favoriscono la socializzazione. Tinte più rilassanti, come il blu e il verde andranno invece scelte per la camera da letto perché conciliano il riposo. Il giallo pare stimoli l’appetito quindi potrebbe essere un’idea interessante usarlo in cucina o in sala da pranzo.

2. Risparmiare con il Feng Shui

Stile Feng Shui

Il Feng Shui aiuta a liberarsi dal superfluo e, quindi, a risparmiare spazi, energie e, non ultimo, anche denaro. Questo stile di arredo si sposa bene con il più moderno e occidentale concetto di decluttering, un trend sempre più in voga anche da noi.

Il decluttering è un termine inglese che indica il fare spazio, l’eliminare gli ingombri inutili. Liberarsi del superfluo non solo aiuta ad avere una casa più ordinata, ma è un esercizio importante per risollevare anche la mente.

Tutto ciò che non ci serve e che in genere tendiamo ad accumulare nel corso del tempo crea disordine e per il Feng Shui emana energia negativa (yin). Se eliminiamo gli oggetti inutili e manteniamo casa in ordine otterremo invece energia positiva (yang) che potrà portare benessere agli abitanti della casa.

Dopo aver eliminato il superfluo, bisognerà anche impegnarsi a non fare altri acquisti sconsiderati. Niente ninnoli inutili! Non solo ne gioverà l’impronta energetica della casa, ma anche il nostro portafoglio.

3. Disposizione di stanze e arredi secondo il Feng Shui

Stile Feng Shui

Quasi tutti conoscono, almeno superficialmente, la cura che questa disciplina riserva all’orientamento dei mobili e, in genere, al posizionamento dei vari elementi.

Tra le regole base del Feng Shui ci sono anche indicazioni generali sulla disposizione delle stanze. Spesso non è possibile intervenire su questi aspetti, a meno che non stiamo costruendo casa da zero. Decisamente fattibile è, invece, agire sul posizionamento degli arredi.

Nel soggiorno, ad esempio, il divano dovrà essere rivolto verso la porta d’entrata, in camera da letto non dovranno esserci specchi e la testiera del letto dovrebbe essere orientata verso est. L’angolo cottura, in cucina, dovrebbe essere esposto a sud e il forno non dovrebbe mai stare vicino al frigo ma neppure al lavandino.

4. Feng Shui ed elementi naturali

Stile Feng Shui

Il Feng Shui, come detto, ricerca l’armonia e il benessere. Cosa c’è di meglio, per riuscirci, che cercare un equilibrio tra uomo ed elementi naturali?

Feng Shui significa “vento e acqua”, non a caso proprio due elementi naturali fondamentali per la vita. Sarà sempre bene considerare che una delle più importanti regole del Feng Shui è quella di vivere in armonia con la natura. Bisognerà, quindi, cercare di prediligere in casa l’utilizzo di materiali naturali.

Via libera a mobili e complementi in legno e metallo, ma anche all’uso di candele (in cera naturale) che richiamano il fuoco, alle piante che testimoniano il legame con la terra e, magari, a tutte le decorazioni che prevedano dei giochi d’acqua.

In questo modo riusciremo a ricreare nella nostra casa l’equilibrio che gli elementi naturali riescono a donarci. Acqua, terra, fuoco ed aria: non c’è nulla di più azzeccato, secondo il Feng Shui, per raggiungere la vera pace interiore e proprio la casa è un luogo in cui vale la pena trovarla.

Galleria idee e foto Stile Feng Shui

Arredare in stile Feng Shui richiede la conoscenza di tante regole, ma può indubbiamente dare belle soddisfazioni. Può, inoltre, essere un modo efficace per risparmiare, tenere in ordine casa e avviare una riflessione su quello che veramente ci fa star bene. Diamo un’occhiata alla galleria immagini che riassume tutte queste regole.