Stile barocco: le migliori novità della tendenza più amata del 2022!

Autore:
Elisabetta Coni
  • Perito per il turismo
02/12/2022

Definire vintage lo stile barocco nell’arredo è limitante. Opulenza, sfarzo, lusso: di certo non è uno stile che va d’accordo con il minimalismo. Il lusso esagerato, talvolta, viene confuso col kitsch ed è per questo che bisogna tenere a mente le caratteristiche principali dello stile barocco: regole fondamentali, consigli e come fare per non sbagliare design rovinando tutto, specie nel caso in cui vogliate sperimentare il barocco moderno.

Galleria foto ed immagini

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Lo stile barocco non è altro che lo stile di arredo che si sviluppò tra Francia e Italia tra il XVII secolo e la prima metà del XVII. Ciclicamente, gli stili in arte si ripetono, ovvero si passa dal rigore maniacale all’enfatizzazione del decoro e del lusso. Diciamo che il barocco prima e il rococò poi hanno dato sfogo alla stravaganza, ovvero stanze decorate con boiserie e tessuti con rilievi, arredo formale, bombato e opulento, decorazioni di lusso come statue, arazzi, tessuti di pregio, specchi con cornici dorate, modanature e intarsi nel legno, soffitti dipinti, oro a volontà e lampadari di cristallo, qualora ci fosse bisogno di ulteriore brillantezza.

L’arredo barocco con tutto questo lusso rimarcava il potere, in Italia quello della Chiesa, mentre in Francia la potenza di Luigi XIV, ovvero il Re Sole. Uno stile molto sontuoso e che di certo non passa inosservato, ma che ha poche e semplici regole da osservare per non cadere nel cattivo gusto. Se vi piace questo design, ecco le cose importanti da sapere riguardo lo stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare soprattutto per rendere questo stile il più moderno possibile.

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

1. Stile barocco o barocco moderno?

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Il primo step è capire se volete riprodurre lo stile barocco autentico, o magari dare un accenno e mantenere un taglio più moderno e meno appariscente. Per avere a che fare con il barocco moderno, bisogna pensare a come bilanciare l’eccentricità dell’arredo e smorzare l’effetto appariscente con dettagli di design. Un esempio su tutti per capire come fare: una sala da pranzo con dettagli lussuosi, ma con sedie dal taglio moderno, potrebbe essere la soluzione ideale.

2. Attenzione ai colori

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

La sobrietà non esiste nello stile barocco e i colori ne sono la prova. Ricchi, audaci e brillanti, tant’è che l’oro è il tono che va per la maggiore. Le finiture dorate la fanno da padrone e si abbinano a gradazioni chiare e scure di rosso scuro, blu Royal e verde unite a tocchi argentati. Nel barocco moderno è permesso il bianco che si contrappone al nero, per avere un effetto teatrale che risveglia il lato drammatico e quindi le emozioni.

3. Mobili decorati

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Se i colori sono tutt’altro che sobri, il design dei mobili in stile barocco risulta veramente elaborato. I mobili in legno sono ricchi di finiture dorate e intarsi, incisioni a tema floreale che rappresentano fedelmente foglie di vite e fiori. Gli intagli a mano rendono i mobili dei pezzi unici, belli da mostrare con orgoglio nel proprio ambiente.

Anche la scelta dei mobili è importante e rappresenta l’ago della bilancia tra barocco puro e barocco moderno. Per il primo, avrete bisogno di spazio perché i mobili sono di grandi dimensioni, dalla forma bombata e pesanti. Mentre per il barocco moderno, si mantengono le linee sfarzose, ma con meno bombatura, in modo da adattarsi anche agli elementi moderni presenti.

4. Tessuti di lusso

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Il lusso passa anche per i tessili e i tessuti d’arredo. A parte i rivestimenti dei divani, in puro velluto, i tessili dovranno avere un’impronta lussuosa, rappresentata da stampe floreali e motivi damascati in tappezzeria, tendaggi, runner, tappeti e biancheria da letto. Ovviamente, il tessuto di ognuno di questi elementi dovrà essere pregiato, quindi si dovrà utilizzare la seta e il tessuto broccato. Quest’ultimo era una prerogativa di Chiesa e Re Sole e si riconosce per il fatto che è molto vistoso, avendo disegni particolari a rilievo e forte resistenza.

5. Materiali

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Tutti i materiali che possono essere associati al lusso sono ben accetti: per i pavimenti, il marmo la fa da padrone, assieme al legno massello per i mobili, il cristallo e il vetro tra lampadari e specchi, ma anche porcellana e argento per quanto riguarda la tavola, i candelabri e la decorazione. Insomma, non vi sono limiti: l’importante è che tutto sia di ottima qualità, che si rasenti la perfezione e che sia onnipresente il richiamo allo sfarzo più assoluto.

6. Decorazioni

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Altra caratteristica del barocco è avere un tripudio di decorazioni: stucchi, soffitti dipinti, statue raffiguranti cherubini, animali e figure antropomorfe si uniscono alla decorazione di mobili e tessuti d’arredo. Tutto per creare l’illusione di avere una piccola Versailles in casa. Ambienti dinnanzi a cui rimanere a bocca aperta e che difficilmente passeranno inosservati agli occhi di parenti e amici da cui riceverete un sacco di complimenti.

7. Create un angolo barocco

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Se vi piace questo stile, ma non volete esagerare, potete individuare un piccolo angolo di casa e creare il vostro paradiso barocco usando tappeti, mobili e decorazioni. Uno sfogo di design senza sensi di colpa, a patto che l’arredo circostante si possa adattare alle vostre scelte eccentriche. Una valutazione di tutto l’insieme, quindi, in questo caso è d’obbligo.

8. Siate ironici

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Partiamo dal presupposto che il barocco è irriverente e necessita di essere anche sdrammatizzato. Usate l’ironia, decorando un soggiorno magari con dei quadri Pop Art o tappeti multicolore per spezzare la drammaticità dei toni scuri. L’importante è non esagerare, troppa ironia rischia di trasformare un progetto ben avviato in un’accozzaglia di cose messe senza filo logico. Il giusto equilibrio, quindi, è la soluzione migliore per non sbagliare né in un senso né nell’altro.

9. Pareti bianche

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Non avete idee ma volete alleggerire una stanza barocca? Puntate sulle pareti bianche. Il bianco darà luminosità e al contempo risalterà il mobilio, senza però appesantire. Un trucco molto utile in cucina o in camera da letto, due ambienti in cui c’è proprio bisogno di ariosità e leggerezza.

10. Puntate sul bagno

Stile barocco: 10 nuove regole fondamentali, consigli e come fare

Se c’è una stanza in cui il barocco ci sta proprio bene è il bagno. Potete tranquillamente osare e optare per una carta da parati damascata, oppure un rivestimento di lusso a piastrelle. O ancora, scegliere la vasca da bagno di lusso con piedini di leone, rigorosamente dorati, oppure affidarvi a enormi specchi con cornice oro o argento intagliata, con un tocco in più dato dal lampadario di cristallo.

Galleria idee e foto di stile barocco

Se volete visionare altre idee di design per quanto riguarda lo stile barocco, potete affidarvi alla nostra galleria immagini, ricca di tante idee da mettere subito in pratica allo scopo di creare lo stile barocco adatto alla vostra casa.