Soggiorno shabby chic: 10 errori non da fare assolutamente

Ci sono degli errori che non andrebbero mai commessi quando ci si appresta ad arredare un soggiorno shabby chic. Vediamo 10 errori da non fare assolutamente, i più clamorosi e diffusi, e alcuni consigli su come rimediare e correre ai ripari.

Arredare un soggiorno shabby chic non è una missione impossibile, ma per non commettere strafalcioni è importante seguire alcuni accorgimenti. Gli errori da non fare sono tanti, ma con le dovute attenzioni è possibile riuscire ad arredare il proprio soggiorno in modo coerente, nel pieno rispetto dello stile shabby.

Come tutti ormai sanno, lo stile shabby chic ha delle caratteristiche ben precise. Letteralmente significa “trasandato elegante” e, non a caso, si ispira ad atmosfere vintage e un po’ decadenti, ricreate con mobili in legno, preferibilmente bianchi e decapati, e con accessori dall’allure retrò, come specchi in ferro battuto, vecchie cornici e centrini in pizzo ricamato. I colori da preferire sono chiari e pastello, da accostare eventualmente a tonalità più accese e cariche, ma solo a piccoli tocchi.


Leggi anche: Scritte, testi, simboli e disegni ASCII

Nulla nello stile shabby chic è lasciato al caso, ragion per cui è fondamentale saper individuare i giusti mobili e i complementi d’arredo più adatti. Cerchiamo di capire insieme quali sono i 10 errori da non fare quando si arreda un soggiorno shabby chic.

1. Esagerare con il bianco

Il bianco, è risaputo, è il colore shabby chic per eccellenza. Tuttavia, esagerare con questo non colore e utilizzarlo sia per le pareti che per i mobili del soggiorno può appiattire l’ambiente. Consigliamo di non scegliere mai il total white, ma di abbinare accuratamente al bianco altre tonalità della palette di colori shabby chic. Alcune idee: i colori pastello, come il rosa e l’azzurro a piccoli tocchi, ma anche nuance neutre come il crema, l’avorio e, volendo spaziare verso tonalità più cariche, il grigio.

2. Usare troppi colori

Allo stesso tempo, abbondare con i colori e mescolarne tanti diversi tra loro può sortire l’effetto opposto, a meno che non si tratti di un soggiorno shabby chic moderno. Troppo bianco appiattisce, ma troppi colori danno l’idea di un ambiente caotico e disordinato.

Se è vero che lo shabby chic è lo stile che inneggia all’idea di “trasandato” e vissuto, è altrettanto vero che parliamo pur sempre di uno stile d’arredamento a suo modo molto chic. Scegliete una gamma cromatica ben precisa, piuttosto, e sbizzarritevi con tutte le sue sfumature.


Potrebbe interessarti: 18 cose da non lavare mai in lavastoviglie

3. Mixare stili in modo inopportuno

Cercate di non mixare tra loro stili d’arredamento diversi. Le contaminazioni tra stili sono molto interessanti alle volte, ma bisogna sempre sapere quali accostare tra loro. Lo stile provenzale, per esempio, ben si sposa con lo stile shabby chic. In soggiorno, così come in altri ambienti della casa, optate sempre per uno stile quanto più possibile coerente e omogeneo.

4. Non mettere le tende

Le tende in soggiorno sono fondamentali, creano privacy e fanno atmosfera, ancor di più se stiamo parlando di un soggiorno shabby chic. Non si può prescindere dalle tende nello shabby: sceglietele bianche o decorate, purché siano lunghe e declinate in tessuti leggeri e ariosi.

5. Sbagliare la scelta delle luci

Lo stile shabby chic vuole rigorosamente luci calde, soffuse e non eccessivamente potenti. Importantissima, inoltre, la scelta del lampadario, specialmente per il soggiorno. Optate per un classico lampadario chandelier shabby per andare sul sicuro. In alternativa, scegliete qualcosa di affine. Sono da evitare assolutamente lampade metalliche o dal design troppo moderno, che finirebbero per stonare con il resto dell’ambiente.

6. Troppi suppellettili

Centrini, quadri, cornici e, in generale, suppellettili di vario genere: sono fondamentali per arredare un soggiorno in stile shabby chic, ma non bisogna mai esagerare. La sovrabbondanza di elementi d’arredo e di design appesantisce l’ambiente, soprattutto se stiamo parlando di un soggiorno molto piccolo e poco spazioso. Ogni singolo oggetto va scelto accuratamente ed esagerare non è mai una buona idea, neppure nello stile shabby chic.

7. Dimenticare oggetti iconici

A tal proposito ci sono degli oggetti iconici, dei simboli dello stile shabby chic che non dovrebbero mai mancare nel soggiorno. Alcuni esempi: dei quadri appesi ai muri, ma anche cuscini e tappeti che fanno subito atmosfera oppure uno specchio, orologio a parete e vasi di vetro un po’ retrò dove riporre fiori freschi (o finti), a seconda dei gusti.

Dimenticare questi oggetti è sicuramente uno degli errori da non fare nello stile shabby chic, in particolar modo in soggiorno, dove si accolgono gli ospiti e si trascorrono molte ore della giornata.

8. Usare mobili in legno moderno

Tutti sanno che il materiale simbolo dello stile shabby chic è il legno, ancor meglio se bianco e decapato, con quell’effetto invecchiato irresistibile che rievoca epoche passate. Non rovinate l’atmosfera scegliendo mobili in legno moderno o, peggio ancora, mobili laccati e lucidi. Non sono per niente affini allo stile shabby chic e renderebbero il vostro soggiorno disarmonico e fuori contesto.

soggiorno-shabby-chic-errori-1

9. Esagerare con i colori pastello

Come anticipato, i colori che più rispecchiano lo stile shabby chic – insieme al bianco – sono i colori pastello. Tutti i colori delicati e tenui, dall’azzurro baby al rosa cipria, sono perfetti per un soggiorno shabby chic.

Tuttavia, queste tonalità non piacciono a tutti. Se non si vive da soli, ma con qualcun altro, è preferibile affiancare al bianco tonalità neutre e basiche come quelle della gamma dei beige e dei grigi. I colori pastello, eventualmente, si possono scegliere per piccoli dettagli.

10. Scegliere i divani sbagliati

Questo è il principale degli errori da non fare quando si arreda un soggiorno shabby chic, anche perché i divani sono senza ombra di dubbio protagonisti dell’ambiente soggiorno. Mai scegliere, per esempio, divani in pelle, neppure se vintage.

Il loro mood non è per niente affine a quello dello stile shabby chic. Invece, meglio optare per poltrone e divani in tessuto, dal velluto ai tessuti naturali leggeri come il cotone, la mussola o il lino. Questi ultimi, in particolare, sono i più adatti allo scopo, ancor meglio se declinati in stampe geometriche come righe e quadretti o in pattern floreali.

Soggiorno shabby chic, gli errori da non fare: immagini e foto

Avete trovato interessanti i nostri consigli sul tema soggiorno shabby chic? Ecco alcune immagini ispirazionali da cui potrete prendere spunto, sia per comprendere quali errori evitare che per individuare la via giusta da seguire per un perfetto soggiorno shabby.

Maria Teresa Moschillo
  • Laurea in Editoria, informazione e sistemi documentari
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle, Tendenze
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi seguire le novità in tema di casa, design, vedere le migliori idee per arredare, dipingere e tanti altri contenuti originali. Registrati gratuitamente alla nostra newsletter.