Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Autore:
Valeria Bottoni
  • Dott. Culture digitali e Comunicazione

Scegliere le lampade per gli interni della nostra casa, spesso ci porta a compiere degli errori dal punto di vista tecnico. Ci concentriamo sul loro design invece che sulla loro funzionalità. Ecco i 6 errori che tutti commettono e come evitarli.

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Galleria foto ed immagini

Nella progettazione degli interni della nostra casa ci sentiamo più sicuri nella scelta degli aspetti estetici, ma spesso siamo confusi dal punto di vista tecnico. Questa confusione ci porta a compiere degli errori nella progettazione illuminotecnica degli ambienti, perché tendiamo ad essere affascinati dal design delle lampade e spesso trascuriamo la loro funzionalità che è fondamentale.

Quando si tratta di progettare l’illuminazione della nostra casa, è necessario prestare attenzione ad ogni aspetto. Questo perché scegliere lampade non adatte agli ambienti potrebbe rovinare l’esperienza visiva dell’osservatore o comunque di chi occupa spesso questi spazi.

Commettere degli errori nella progettazione illuminotecnica della nostra casa è molto facile, ma scoprire quali sono quelli più frequenti ti aiuterà ad evitare di commetterne simili. Ecco i 6 errori più comuni in cui tutti inciampano.

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

1. Lo stile delle lampade

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Quando progettiamo l’illuminazione della nostra casa, scegliere lo stile delle lampade che sia adatto ai nostri interni è fondamentale per dare un aspetto piacevole ad ogni spazio. Uno degli errori molto comuni dal punta di vista estetico è quello di scegliere oggetti che contrastano con l’ambiente in cui sono collocati rendendolo confuso e poco armonioso.

Per non commettere questo errore, potresti scegliere un elemento che possa essere di un materiale o di un colore già presenti in quella stessa stanza e di provare a selezionare una lampada che richiami quell’elemento.

2. Scegliere una lampada dalle dimensioni errate

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Questo è uno degli errori che commettono in tanti. L’illuminazione ideale per l’interior design deve essere commisurata sia agli spazi che agli elementi di arredo. Non commettere l’errore di scegliere il lampadario ad occhio perché nel negozio è difficile valutare se si adatta al tuo interno. Ti conviene stabilire in anticipo la dimensione desiderata e di concentrarti su di essa al momento dell’acquisto.

Ad esempio, se abbini una lampada di notevoli dimensioni con oggetti d’arredo già ricchi di estetica potresti sovraccaricare l’atmosfera e renderla soffocante. Lo stesso risultato lo otterresti dall’introduzione di una soluzione troppo grande in uno spazio piccolo e intimo perché troppo ingombrante.

3. Posizione errate delle luci e degli interruttori

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Spesso siamo così presi dall’estetica di una lampada o di un lampadario che sottovalutiamo l’importanza di posizionarlo correttamente all’interno della stanza. La scelta della giusta posizione è di grande importanza. Spesso, invece, capita che le luci siano inserite negli spazi sbagliati oppure ad altezze che si rivelano non funzionali.

Nella sala da pranzo il lampadario appeso sopra un tavolo da pranzo non dovrebbe pendere troppo in basso. Dovresti vedere le persone sedute di fronte a te; ma la cosa più spiacevole, quando la posizione della lampada è troppo bassa, è che le sorgenti luminose infastidiscono.

Di solito, le persone si sentono a proprio agio se il bordo inferiore del lampadario si trova a un’altezza di circa 1,6 – 1,8 m dal pavimento. Quando si posiziona la lampada vicino al soffitto, in primo luogo, non illuminerà la superficie del tavolo e, in secondo luogo, la zona pranzo non sembrerà integra.

A questa categoria si aggiunge anche l’errore di posizionare gli switcher in punti e ad altezze poco funzionali. E’ necessario infatti considerare come utilizziamo la stanza e dove intendiamo posizionare i mobili per poterlo utilizzare al meglio, senza essere ostruiti.

L’altezza degli switcher varia perché quelli accanto alla porta che utilizziamo ad esempio stando in piedi, dovranno essere messi ad un’altezza diversa rispetto a quelli che utilizziamo quando siamo sdraiati a letto o seduti su una poltrona.

4.  Sorgenti di luce eccessive o insufficienti per l’ambiente

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Tra gli errori più comuni dal punto di vista tecnico c’è quello di sottovalutare l’intensità della luce. Spesso capita che l’intensità della luce sia troppo alta o troppo bassa rendendo l’ambiente troppo illuminato o troppo buio.

E’ chiaro che ogni stanza deve essere illuminata nel miglior modo possibile ed è necessario essere in grado di introdurre la giusta quantità di luce nei vari ambienti della casa.

L’intensità delle sorgenti luminose non è sempre calibrata ad hoc. Infatti spesso si utilizzano lampade la cui luminosità è inadeguata agli spazi. Per evitare di commettere questo errore devi prima di tutto considerare le  dimensioni dello spazio da illuminare. In seguito, scegli il tipo e il numero di lampade necessarie per illuminare ogni stanza.

5.  Stesso tipo di lampada utilizzata in tutti gli ambienti

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Pensare di poter utilizzare la stessa lampada in ogni stanza dove si svolgono attività diverse è sbagliatissimo. Quindi è necessario scegliere diversi modelli di lampade, utili per ogni postazione e ideali per creare atmosfere uniche.

Dare luce ad ogni ambiente con la stessa soluzione renderà l’ambiente con cui si ha a che fare freddo e asettico, nel complesso privo di personalità.

6. Scegliere lampadine che consumano troppa energia

Scegliere lampade per la casa: 6 errori che tutti commettono

Bisogna fare molta attenzione a quanta energia possa sprecare una determinata lampada. Ci sono lampade con luci a incandescenza che consumano tanta energia e invece potresti scegliere delle lampade a LED che consumano molto meno e durano più tempo.

Una lampadina a LED può emettere la stessa luminosità, consumando circa il 75% in meno di energia e durando 25 volte di più. Anche le CFL, o luci fluorescenti compatte, utilizzano molta meno energia rispetto alle lampadine a incandescenza, ma il LED è ancora il campione indiscusso delle luci a risparmio energetico.

Galleria idee e foto degli errori nella scelta delle lampade per la casa

Quando andiamo in un negozio o in uno showroom per acquistare le lampade o i lampadari per la nostra casa ci lasciamo prendere dall’entusiasmo e spesso commettiamo degli errori dal punto di vista tecnico. Sfoglia la galleria e scopri quali sono i sei errori più comuni nella progettazione illuminotecnica.