Scegliere i tessuti casa? 4 regole, costi e benefici apprezzate da tutti

Scegliere i tessuti per la casa sembra una mansione facile, in realtà nasconde una serie di insidie che devono essere tenute a mente. Nell’articolo di oggi andremo a vedere alcune regole da considerare prima di scegliere uno o più tessuti destinati ai vari oggetti della casa.

Galleria foto ed immagini

Scegliere i tessuti casa: 4 regole, costi e benefici

I tessuti svolgono un ruolo centrale nella nostra casa, da tutti i punti di vista: da quello meramente estetico e visivo, fino a quello funzionale, perché spesso più sono di ottima qualità più durano nel corso del tempo. Sceglierli non è affatto semplice, bisogna avere una certa esperienza quanto a materiali e colore. Insomma, sapere come sono fatti e quali qualità posseggono sono solo due dei tanti punti di partenza da considerare prima di scegliere un tessuto.

La varietà d’uso dei tessuti di casa li rende ancora più importanti. Esistono, infatti, tessuti da scegliere per i propri divani, letti e persino per i tavolini del soggiorno. Sono presenti ovunque e sono costantemente funzionali a una serie di attività. Basta solamente la loro presenza per rendere gli oggetti di ogni tipo di arredamento, da quello più rustico a quello più moderno, più accattivanti.

Nell’articolo di oggi andremo a vedere le regole da seguire, i costi e i benefìci da tenere in conto prima di scegliere un tessuto destinato alla nostra abitazione senza correre il rischio di sbagliare.

Scegliere i tessuti casa: 4 regole, costi e benefici

1. Considerare la durata del tessuto

Scegliere i tessuti casa: 4 regole, costi e benefici

I tessuti non possono essere cambiati a breve distanza di tempo, ma devono durare anni e anni. Insomma, non possiamo pensare di assemblare e poi cambiare il soggiorno a seconda del tessuto che usiamo. È bene dunque possedere dei tessuti che siano quantomeno durevoli nel corso del tempo e che abbiano tutte le caratteristiche adeguate che li rende perfetti per le nostre esigenze.

Sicuramente non è facile scegliere il tessuto adatto e che fa al caso nostro. Consigliamo, ad esempio, di usare sulle sedie un tessuto molto resistente, mentre nylon e poliestere possono andare bene su divani o su sedie più lussuose. La scelta di questi materiali è ancora più consigliata se si hanno in casa bambini o animali domestici che potrebbero graffiare i complementi d’arredo.

2. Considerare colori e motivi

Scegliere i tessuti casa: 4 regole, costi e benefici

Come detto nell’introduzione, l’estetica non è solo fondamentale, ma è anche potenzialmente decisiva quanto al successo dell’arredamento. Optando per tessuti che siano coerenti con l’ambiente, il diretto interessato otterrà un risultato eccellente dotato di armonia, un mosaico di colori eccezionale. A maggior ragione poi in un ambiente magari appena arredato con complementi nuovi di zecca!

Potrebbe interessarti Divano in tessuto: 10 idee e foto

Accanto al colore una particolare attenzione andrebbe rivolta anche ai motivi e ai disegni ricamati sui tessuti in questione. Inoltre, una regola importante è quella di considerare la varietà dei colori: i materiali aggiungono profondità alla stanza a seconda del loro aspetto cromatico. Colori neutri e tessuti puliti e frizzanti suggeriscono invece freschezza, mentre i tessuti intrecciati e impreziositi suggeriscono calore.

3. Conoscere tutte le tipologie di tessuto

Scegliere i tessuti casa: 4 regole, costi e benefici

Di tessuto non ne esiste soltanto uno, ma varia a seconda del materiale che si prende in considerazione. In linea generale i tessuti sono usati su:

  • Biancheria da letto: il tessuto usato per la biancheria da letto viene generalmente classificato come lenzuolo, un oggetto che ha come scopo quello di portare stile e colore alla camera da letto, riflettendo la personalità e gli stati d’animo.
  • Copriletto: copertura decorativa per un letto, è simile a una grande coperta, che viene posizionata sopra il letto. Colori, forme e dimensioni giocano un ruolo importante nella scelta del copriletto perfetto.
  • Fodera per cuscino: serve per coprire il cuscino ed evita macchie e accumulo di polvere. Uno dei modi più rapidi per rivoluzionare l’atmosfera di una stanza è cambiare la fodera del cuscino per creare una nuova e fresca combinazione di colori.
  •  Battiscopa del tavolo: si riferisce al tessuto che forma il bordo o corre lungo il bordo del tavolo. Questi tessuti fanno una grande differenza se posizionati in un soggiorno già di per sé ricco.
  • Tovagliette: aggiungono bellezza, praticità ed efficacia in ogni luogo della casa.

4. Costi e benefìci

Scegliere i tessuti casa: 4 regole, costi e benefici

In quest’ultimo paragrafo andremo a valutare due aspetti: i costi e i benefìci nel possedere dei tessuti di qualità per la propria casa.

I costi dipendono dai mobili per i quali i tessuti sono stati ideati e anche dal materiale usato. In generale, il prezzo dovrebbe essere abbastanza adatto per tutte le tasche. Mentre i benefìci nell’usare i tessuti in linea generale sono riscontrabili nella loro qualità e capacità di resistere alle condizioni ambientali. Infatti, un tessuto come il lino, ad esempio, può durare anche anni se non costantemente sollecitato da condizioni particolari.

Galleria idee e foto di scegliere i tessuti casa

I tessuti non possono essere scelti senza un criterio di fondo. Sono elementi tanto importanti quanto gli oggetti su cui vengono riposti. La componente estetica gioca un ruolo fondamentale, se non decisivo, motivo per cui si consiglia di sceglierli in base al tenore dell’arredamento, che potrebbe essere moderno o semplicemente rustico. Di seguito una serie di immagine che potrebbe aiutare nella scelta.