Scegliere i pavimenti: da oggi cambia tutto, con queste 6 regole degli esperti del design

Marianna Feo
  • Dott. in Comunicazione Strategica

Quando si tratta di rinnovare i pavimenti di casa, può essere difficile sapere da dove iniziare per fare la scelta giusta, in particolare se dobbiamo ristrutturare più di una stanza, una alla volta. Per non sbagliare, ecco alcune regole e consigli che possono esserci di aiuto. 

Galleria foto ed immagini

pavimento consigli per scegliere e idee

Spesso, quando si tratta di scegliere i pavimenti per la propria casa, si pensa subito al materiale. In realtà, prima di considerare se realizzare un pavimento in grès porcellanato oppure il parquet, dobbiamo chiederci se questi materiali sono adatti alla stanza e anche al nostro stile di vita.

Il pavimento si calpesta tutti i giorni e dovrà soddisfare le nostre esigenze al cento per cento, così come dovrà essere inserito secondo alcuni criteri di arredo.

Esistono diverse tipologie di pavimento: quello in grès, per esempio, è resistente e duraturo e si tratta della pavimentazione più diffusa ed utilizzata non solo per questo motivo. Esistono, infatti, pavimenti in grès che esteticamente replicano l’aspetto del legno, della pietra o di altri materiali, per cui lo si può utilizzare per ottenere diversi stili, senza rinunciare alla praticità di manutenzione.

Il parquet, invece, è un pavimento bellissimo, che riscalda le stanze dona proprio il senso di casa. Il parquet originale in legno è costituito interamente in massello levigato e trattato con cera, olio o vernice. Il pavimento in cotto, invece, è composto di argilla impastata con acqua.

Il cotto può essere  smaltato, dunque avere una superficie irregolare oppure può essere antico, caratterizzato da molte irregolarità. Ma quale pavimento scegliere per la nostra casa? Ecco le regole e i consigli per orientarvi.

Scegliere i pavimenti: 6 regole, consigli, costo e benefici

1. Considera la posizione della stanza

pavimenti idee e come scegliere

Nella scelta del pavimento dobbiamo considerare prima di tutto l’allocazione dell’ambiente. Per esempio, se la stanza è adiacente al giardino, il consiglio è utilizzare un pavimento fatto con materiali resistenti, antigraffio ed adatti alle aggressioni.

Stessa cosa in cucina, una stanza super vissuta dove sarebbe meglio evitare una pavimentazione delicata e non idrorepellente. In questa stanza potreste invece scegliere piastrelle resistenti alle macchie, all’umidità e anche alle ripetute azioni di pulizia.

Mentre per le camere da letto e il soggiorno, è possibile scegliere un pavimento come il parquet, specie se non si vuole rinunciare al comfort di camminare scalzi e per rendere le stanza accoglienti e piacevoli da vedere.

2. Valuta la luminosità della stanza e i colori

pavimenti scuri quando sceglierli

Un altro aspetto da considerare è la luminosità della stanza, per creare l’atmosfera desiderata. Un pavimento chiaro, per esempio, è adatto per una stanza buia, poco illuminata, se vogliamo dare nuova luce a questi ambienti. Tuttavia, il pavimento chiaro è sconsigliato in alcune stanze come il bagno e la cucina.

Un pavimento scuro, invece, è ideale per migliorare le proporzioni di una stanza troppo ampia. Gli esperti di interior design ci dicono che il pavimento più scuro, se dai toni freddi, crea un’atmosfera formale, mentre i colori scuri nei toni caldi creano una sensazione di intimità. Anche il pavimento chiaro nelle tonalità fredde rende la stanza ariosa, luminosa e formale, i colori chiari nelle tonalità calde, donano invece alla stanza un aspetto romantico. 

Nella scelta del pavimento dobbiamo fare attenzione anche al colore e alla finitura dei mobili presenti in casa, per non scegliere un pavimento che crea un contrasto troppo evidente. Quest’ultimo, infatti deve essere uno sfondo nella stanza e non può rubare l’attenzione rispetto ai mobili. Il pavimento dovrebbe amalgamarsi con l’arredamento.

3. Informati sulla resistenza e la manutenzione

pavimenti consigli scelta cosa considerare

Non solo estetica ma anche praticità. Prima di decidere il pavimento nuovo, informiamoci sul tipo di manutenzione che il pavimento richiede, perché ogni materiale ha delle proprie caratteristiche e specificità.

Teniamo conto anche del nostro stile di vita, se viviamo da soli o in coppia oppure se abbiamo bambini o animali domestici, che corrono tutto il giorno. In quest’ultimo, per esempio,  caso il marmo, che è il tipo di pavimento più delicato, sarà da ignorare.

4. Considerare l’accostamento con pavimenti già presenti in casa

pavimenti e arredo idee

I pavimenti devono essere tutti uguali oppure si possono scegliere diversi tipi? La risposta è dipende. Solitamente, una diversa pavimentazione degli interni è indicata quando la casa è distribuita su più livelli oppure in caso di rimodernamento di alcune stanze. Questo perché, in tal caso, potrebbe essere difficile trovare una pavimentazione identica a quella esistente.

Gli abbinamenti migliori, consigliati dagli interior designer, sono quelli tra pietra e resina, parquet e resina e parquet e grès porcellanato. Nell’abbinare due pavimenti diversi nei materiali e nei colori non conta solo lo stile, ma anche il tipo di giunture.

Se i due pavimenti sono perfettamente allineati, allora non c’è problema, ma in caso contrario, dovremo scegliere una sottile giuntura in metallo lucido oppure opaco, del colore che più si abbina ai due pavimenti. Se la casa è piccola, possiamo optare per un pavimento omogeneo, tutto uguale, che amplifica gli ambienti e dona un aspetto moderno e pulito.

5. Abbina il pavimento allo stile della casa

pavimenti e abbinamenti consigli

Se la nostra casa segue uno stile industriale, che richiama le atmosfere degli appartamenti newyorkesi, la scelta migliore sono i pavimenti moderni senza fughe, dai colori scuri o metallici, realizzati in gres porcellanato, parquet, legno Teak e cemento.

Per una casa in stile liberty,  vanno bene piastrelle in grès colorate e decorate, magari dalle forme pentagonali o esagonali, che unite formano pattern e decorazioni particolari.

Se, invece, la nostra casa è in stile scandinavo, la scelta ideale è senza dubbio il parquet o il gres porcellanato effetto legno. Il colore del pavimento in questo caso può essere anche total white con un effetto rustico e invecchiato. In una casa Shabby chic il pavimento deve essere chiaro e dalle tonalità fredde, come il grigio. I materiali su cui puntare sono piastrelle in ceramica, gres porcellanato, marmo e cotto.

6. Valuta la casa nel suo insieme

pavimenti forme e colori consigli

Infine, il segreto per ottenere un bell’aspetto generale della pavimentazione in casa è avere un’idea chiara dello stile o della sensazione che vogliamo creare. Questo ci aiuterà a restringere la nostra scelta a una tavolozza di colori definita e a due materiali.

Per creare una connessione visiva nella tua casa tra pavimento e arredo, devi scegliere mobili o particolari ai  quali fare riferimento. Per esempio, potremmo mettere un pavimento in legno nelle zone giorno e posare un pavimento piastrellato in bagno, quindi potremmo incorporare alcuni accenti in legno nel bagno – come un mobile da toeletta – per creare il collegamento visivo.

Galleria idee e foto per scegliere i pavimenti

A questo punto, vi lasciamo il tempo di scegliere il pavimento per la vostra casa. Adesso che conoscete le regole, date uno sguardo alla foto gallery per trovare spunti interessanti.