Qual è il top migliore per la cucina?

Come si fa a capire qual è il top migliore per la cucina? Dipende dalle vostre esigenze. Lo cercate resistente? Antisporco? Bello? Economico? Tranquilli, ci sono diversi materiali in cui può essere realizzato per assecondare le richieste di tutti. Scopriamo tutti i dettagli!

Qual è il top migliore per la cucina?

Galleria foto ed immagini

Il top della cucina deve essere scelto con cura. Ci sono tanti materiali per cui potete optare, ognuno con caratteristiche diverse. Ad esempio, alcuni sono particolarmente resistenti, ma non molto belli esteticamente.

Altri, invece, sono ottimi soprattutto perché sono una garanzia per quanto riguarda l’igiene. Altri ancora sono materiali di lusso, quindi costosi e delicati. Insomma, per la scelta del top della cucina, molto dipende anche dalle vostre esigenze.

Qual è il top migliore per la cucina?

Top in acciaio

Uno dei materiali più usati per il top della cucina è l’acciaio. Parliamo di un materiale molto resistente e performante. La caratteristica che però lo rende uno dei più gettonati è il fatto che sia estremamente igienico in quanto non tende ad accumulare germi e batteri. Proprio per questo motivo, generalmente i top delle cucine dei ristoranti sono proprio in acciaio.


Leggi anche: Cambiare il piano top della cucina: quando conviene, come fare, costi

Questo materiale, però, ha delle pecche. Quella principale è che è difficile da pulire. Se ad esempio strofinate con una spugnetta per togliere una macchia, rischiate di graffiarlo. Inoltre, se date importanza all’estetica, l’acciaio non sarà dalla vostra parte per aiutarvi a rendere la vostra cucina raffinata.

Qual è il top migliore per la cucina?

Top in Dekton

Un materiale che invece, da molte garanzie ed è consigliato per il top della vostra cucina è il Dekton. Anche in questo caso parliamo di un materiale resistente, in particolari ai raggi UV. Non dovete preoccuparvi, quindi, che con il tempo scolorisca. Inoltre, ha un’altissima tolleranza anche al calore, quindi potete appoggiarvi una pentola calda senza rovinarlo.

Per completare la lista dei suoi pregi, dobbiamo dire che il Dekton difficilmente si graffia ed offre garanzia di durare nel tempo. Infine, si tratta di un materiale molto versatile che può essere lavorato in tanti modi. Ad esempio, permette di creare anche dei lavelli integrati nel top.

Qual è il top migliore per la cucina?

Top in quarzo

Il top in quarzo si presenta con una superficie liscia. Ciò significa che questo materiale è inassorbente e di conseguenza anche molto igienico. Tra le sue caratteristiche possiamo menzionare anche una buona resistenza all’abrasione.

Attenzione, però, perché il quarzo non tollera bene le temperature troppo elevate, quindi dovete assicurarvi di non appoggiare pentole calde direttamente sul top o rischiate di rovinarlo.

Qual è il top migliore per la cucina?


Potrebbe interessarti: Migliore stufa elettrica: caratteristiche e novità

Top in Betacryl

Il Betacryl è il materiale adatto per la vostra cucina se avete l’abitudine di appoggiare gli alimenti direttamente sul top. Infatti, è ecologico, non assorbente e quindi molto igienico. Inoltre, presenta una superficie non porosa che aiuta a non accumulare lo sporco.

Uno dei vantaggi del Betacryl è che può essere riparato con la termoforatura. Quindi, se il top dovesse graffiarsi, potete correre ai ripari. Inoltre, è un materiale abbastanza versatile che vi permette di creare anche un lavello uguale al top.

Qual è il top migliore per la cucina?

Top in Corian

Per chi ci tiene particolarmente all’estetica della sua cucina e vuole curare ogni minimo dettaglio, la soluzione più adatta è scegliere il top in Corian. Infatti, si tratta di un materiale molto facile da modellare, per cui permette di creare tante forme particolari.


Idee design personalizzate per te? Iscriviti al gruppo

La superficie si presenta liscia e molto piacevole al tatto. Indubbiamente, poi, è molto bello da vedersi. Tuttavia, è un materiale delicato per cui dovete fare attenzione ad i graffi e anche a non poggiarci sopra oggetti troppo caldi.

Qual è il top migliore per la cucina?

Top in Fenix

Un altro ottimo materiale per il top della cucina, che si presenta molto morbido al tatto, è il Fenix. Per prima cosa è idrorepellente e antimuffa, non tende ad accumulare germi e batteri ed è molto facile da pulire. Insomma, una garanzia sotto il punto di vista igienico.

Ma questo materiale è anche molto resistente agli urti e ad i graffi. Anche in questo caso, poi, può essere rigenerato grazie alla termoriparabilità che permette di eliminare i graffi superficiali.

Qual è il top migliore per la cucina?

Top in Laminato

Tra i materiali spesso usati per rivestire il top della cucina, c’è poi il laminato. Uno dei motivi per cui viene scelto è che è piuttosto economico e anche molto facile da montare. Ad ogni modo, ha anche altri notevoli vantaggi, come il fatto di essere resistente agli urti.

Il laminato, inoltre, si trova di diverse forme e colori e permette quindi di personalizzare il top. Come aspetto negativo c’è da sottolineare che non è resistente al calore.

Qual è il top migliore per la cucina?

Top in marmo e granito

Infine, alcuni dei materiali più ambiti per i top delle cucine sono il marmo ed il granito. Si riconoscono subito per la loro bellezza e sono adatti per una cucina di lusso. Bisogna dire, però, che il fattore estetico è il loro unico vantaggio. Infatti, si tratta di materiali delicati, difficili da pulire e anche molto costosi.

Qual è il top migliore per la cucina?

Qual è il top migliore per la cucina: foto e immagini

Nelle galleria sottostante potete osservare diversi top per la cucina. Ogni materiale ha caratteristiche diverse, scegliete quello più adatto a voi!

Federica De Blasio
  • Titolo di studio: Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica