Pitture decorative per la cucina: guida alla scelta

La bella stagione è alle porte ed è tempo di dare una rinfrescata alle pareti: perché non rinnovare la cucina usando le pitture decorative? Come scegliere i colori adatti per una cucina perfetta.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-14

Galleria foto ed immagini

Stufi di pareti della cucina tristi e anonime? Il bianco è la solita scelta scontata? Se siamo in fase di rinnovo o si vuole realizzare una nuova cucina, la scelta dei colori delle pareti diventa cruciale.

Si può comprare la cucina più bella del mondo e installare gli elettrodomestici più innovativi di sempre, ma se si sbaglia colore dei muri, vi sembrerà di entrare in un ambiente sciatto e addirittura non rifinito a dovere.

Per capire come donare un tocco di stile in più, quali strumenti usare e soprattutto come giocare sapientemente con i colori in base allo stile preferito che volete riprodurre, ecco una guida per la scelta delle pitture decorative in cucina.


Leggi anche: Pitture decorative per la camera da letto: guida alla scelta

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-26

Pitture decorative cucina, come scegliere

Prima di capire quali pitture decorative stanno bene in cucina, diventa doveroso approfondire come si compongono. Ogni colore è una miscela dei tre colori primari:

  • Rosso.
  • Giallo.
  • Blu

Dalla percentuale di miscelazione di essi, si ottengono le tonalità distinte in toni:

  • Caldi.
  • Freddi.
  • Neutri.

Diciamo che questa distinzione dipende dall’esposizione alla luce e all’atmosfera che si vuole creare nell’ambiente. La cucina è un luogo in cui si respira aria di convivialità e accoglienza, inoltre, ha una temperatura molto più alta rispetto al resto della casa.

I colori caldi fanno percepire la temperatura più alta di tre o quattro gradi, viceversa le nuance fredde. Per quanto riguarda i neutri, dipende: qui abbiamo il sottogruppo dei neutri caldi e quello dei neutri freddi. Anche la distinzione tra colori caldi e freddi è variabile. Ad esempio, un viola che tende al rosso è caldo, mentre un violetto in cui domina il blu è un colore freddo.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-22

Bianco e nero nelle pitture decorative

Ogni colore, indipendentemente dalla categoria di appartenenza, può essere più chiaro o più scuro. La quantità di bianco o di nero determina i colori chiari e i colori scuri. Questa caratteristica delle pitture decorative è utile per chi ha una cucina piccola o bella ampia.

Le tonalità più scure, contenendo il nero, aiutano a rimpicciolire la stanza, mentre le sfumature più chiare danno la percezione di un ambiente più grande.

Nella foto, si può vedere la scelta di colori molto scuri, con un mobilio grigio scuro, compensato da una gradazione più chiara di pittura decorativa effetto cemento sul soffitto e sopra i mobili, valorizzata dalla luce naturale che entra dalla porta finestra. Il tutto è in armonia con il pavimento, anch’esso scuro.


Potrebbe interessarti: Come scegliere le pitture decorative per dare valore agli interni

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-15

Luce e pavimenti

Perché gli esperti provano a stendere il colore su una piccola zona del muro prima di iniziare? Ogni colore, quando viene applicato sulla parete, risulta più scuro rispetto al campione visivo del negozio o sulla lattina di vernice. La luminosità della stanza influenza tanto la scelta finale: questo vale per la luce naturale come per una illuminazione artificiale.

Per non avere problemi, basta che scegliate la vostra tonalità preferita di due gradazioni più chiara rispetto al campione, oppure, prendere diversi campioncini di vernice in modo da stenderli sulla parete da trattare. Il muro deve essere completamente bianco e si consiglia di scrivere il nome o il codice del colore a matita, per non dimenticarsene.


Idee design personalizzate per te? Iscriviti al gruppo

Una volta finito, si consiglia di far passare due o tre giorni prima della scelta, in modo da capire che tipo di sfumatura sia adatta ed essere sicuri di scegliere bene. Per creare armonia, è utile tenere conto se il colore delle pareti si abbini al pavimento, come nell’esempio in foto

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-24

Scelta della pittura adatta

A meno che non si voglia un risultato stravagante o si è già esperti, è meglio lasciar perdere le vernici e gli smalti particolari per orientarsi sull’idropittura. Dal nome, si intuisce che sia una vernice a base d’acqua, la quale rende molto più facile la stesura del prodotto e facilita le operazioni di pulizia. Inoltre, con gli strumenti giusti si possono creare molti effetti particolari che danno originalità al muro.

Le pitture adatte per la cucina sono:

  • Idropittura traspirante, consigliata per ambienti umidi in quanto rende le pareti impermeabili al vapore e all’umidità.
  • Idropittura lavabile, ricca di resine e pigmenti per coprire le imperfezioni, resiste allo sporco ma è adatta a cucine non particolarmente umide: lo sporco si toglie con un panno inumidito. Ideale al posto del paraschizzi.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-35

Scelta degli strumenti giusti

Il rullo e il pennello non sono i soli strumenti per creare dei capolavori in cucina in fatto di pittura decorativa: spugne, tamponi, guanti per nuvolato, rulli con stampi e stencil aiutano a ottenere un effetto particolare, come ad esempio l’effetto invecchiato, oppure lo sfumato, o ancora, un effetto materico alla vista e al tatto come il sabbiato o l’ossidato.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-21

Pitture decorative per cucina moderna

Di solito, le cucine moderne sono un open space verso il soggiorno: in questo caso, i colori dovranno essere abbinati alla zona living. Sono adatte le tinte chiare e brillanti, al contrario di quelle troppo scure. Tra i toni gettonati, quelli del bianco caldo come burro, vaniglia e avorio sono assolutamente adatti se si dispone di una cucina bianca e si vuole mantenere il tono su tono.

Per un effetto minimalista e in contrasto con una cucina colorata, il bianco freddo con solo una parete colorata potrebbe essere la soluzione che accontenta tutti e che si abbina perfettamente anche ai materiali. Ad esempio: viola, verde, giallo, arancione o rosso acceso ravvivano l’ambiente e vanno in contrasto con un arredamento bianco, beige o grigio chiaro e scuro.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-25

Decorazione pittorica per cucina classica

Avorio, beige e crema sono le nuance classiche perché esaltano gli arredi e danno un fascino senza tempo. Inoltre, sono adatti a un arredamento in legno o con i top in materiali naturali come marmo e granito, specie se scuro.

I contrasti tra chiari e scuri sono esaltati molto bene e senza rovinare il risultato finale. Tuttavia, se la cucina è in stile rustico, non disdegna le sfumature di arancione, specialmente se la stanza è vissuta da una famiglia con bambini. Il colore in questa tonalità attenua le tensioni e rende il luogo gioioso.

I toni pastello sono ottimi anch’essi per un arredo in legno e tradizionale: giallo tenue, pesca e azzurro polvere risaltano anche un arredo in stile shabby chic.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-8

Cucina scura, quale colore per pareti scegliere?

Avete scelto la cucina dei vostri sogni, scura e ricca di dettagli, ma siete in crisi per quanto riguarda il colore delle pitture decorative? Avete deciso per il bianco, ma il risultato è un pugno in un occhio? Niente paura, la situazione non è impossibile!

La cucina scura è molto in voga, che sia in stile moderno come uno stile rustico ricco di legno di noce o mogano. Sicuramente è meglio scegliere colori per pareti chiari, mantenendo il tono principale del mobilio già presente.

Ad esempio, se avete una cucina nera, potrebbe stare bene un grigio molto chiaro, da solo o abbinato a un bianco freddo sporco. Per una cucina blu, si può replicare con una sfumatura di azzurro tenue. Se la cucina è in legno scuro, i colori che la metteranno in risalto sono i neutri beige e tortora, e così via.

Nella foto infatti si possono notare il soffitto bianco sporco, il muro grigio chiaro che si trasforma in un grigio scuro in corrispondenza delle scaffalature, per armonizzare una cucina in prevalenza scura.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-32

Pittura per cucina bianca

La cucina total white è anch’essa un dilemma per quanto riguarda le pitture decorative, ma perché non sfruttare questa occasione per unire creatività e utilità? Qualora si abbia un muro abbastanza ampio, si può pensare di dipingere tutte le pareti di candido e riservare il muro per una pittura nero lavagna o una pittura magnetica.

Si tratta di vernici trovabili in ogni negozio fai da te, ma hanno la particolarità che, una volta asciugate, donino degli effetti. Il nero lavagna permette di scrivere con i gessetti, come una lavagna, mentre la vernice magnetica avrà l’effetto calamita per appendere disegni, note, lista della spesa, foto e quant’altro.

Si puliscono entrambe con un colpo di spugna e sono utilissime per annotare ricette e per intrattenere i piccoli di casa, oltre a donare un tocco di originalità.

Pitture-decorative-cucina-guida-scelta-16

Pitture decorative per la cucina: immagini e foto

Questa nostra guida spiega in linea generale come scegliere le pitture decorative in base ai colori già presenti, allo stile e all’effetto che si vuole creare. Non c’è limite alla fantasia, ma se vi servono nuovi spunti, perché non sfogliate la nostra galleria immagini?