Come scegliere il box doccia per il bagno piccolo

Serena Giuditta
  • Ingegnere Edile, Architetto

Molte volte ci ritroviamo con le dimensioni di un bagno molto piccole e abbiamo difficoltà ad arredarlo nel modo giusto. Vediamo 10 proposte di box doccia per trovare l’ispirazione giusta e organizzare il nostro piccolo bagno in modo confortevole e funzionale.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 3

Galleria foto ed immagini

Il bagno piccolo è una tipologia di stanza che riscontriamo spesso sia come bagno principale in un monolocale o bilocale, sia come bagno secondario e dobbiamo sapere come organizzarlo al meglio inserendo il box doccia.

La doccia, infatti, è quell’elemento imprescindibile per un bagno confortevole. Pur con dimensioni contenute, il box doccia va inserito armoniosamente con il resto dell’arredo, sanitari e lavabo compresi. Vediamo insieme da dove partire e quali soluzioni considerare per la nostra casa.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 5

La dimensione del box doccia

Una doccia che si rispetti deve avere una superficie minima calpestabile per permetterci di godere del suo funzionamento e del relax che ci aspettiamo. I piatti doccia in commercio si presentano in diverse tipologie, così da personalizzare al massimo la nostra preferenza.

La doccia molto piccola

Questa tipologia presenta una dimensione davvero contenuta del piatto doccia, parliamo di 70 x 70 cm, la dimensione minima al di sotto della quale non è più gestibile l’attività di igiene personale. Era una tipologia anche piuttosto diffusa fino a qualche decennio fa, non solo in casa, ma anche in alcuni ostelli. Per la sua dimensione è sconsigliatissima, perché non consente i movimenti necessari per poterci lavare in modo agevole.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 6

La doccia piccola

Inizia ad aumentare la dimensione del box doccia, ma non siamo ancora davvero comodi: parliamo, infatti, di un piatto doccia delle dimensioni di 80 x 80 cm. Rispetto al precedente, è molto più frequente il suo utilizzo nei bagni piccoli domestici, specialmente se secondari o di servizio, oppure il bagno di una mansarda o di una casa vacanza. Non è la soluzione migliore possibile, perché anche qui si fa fatica a vivere il momento della doccia agevolmente e con relax.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo

La doccia standard

Arriviamo al piatto doccia più diffuso in assoluto, perché ci consente almeno in una delle due direzioni di avere la volumetria spaziale minima per lavarci e muoverci con un minimo di ampiezza interna al box doccia.

Le dimensioni sono 70 x 90 cm ed è una dimensione media, poiché è sufficientemente comoda per muoversi e non eccessivamente ingombrante nel bagno. Allo stesso tempo, pari merito, troviamo tra i box doccia standard anche quelli di dimensioni 80 x 80 cm o 80 x 90 cm, decisamente più agevoli e funzionali poiché tendono ad allargarsi in direzione circolare.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 8

La doccia grande

Questa dimensione di box doccia rientra nelle docce definibili grandi: si tratta di una superficie di 90 x 90 cm o di 80 x 100 cm. Aumenta decisamente il comfort di utilizzo, ma è sconsigliata per un bagno piccolo, dove ogni centimetro da recuperare è indispensabile per l’organizzazione dell’arredo interno.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 10

Come scegliere il box doccia giusto?

Altri due aspetti fondamentali da tenere a mente, oltre al già citato piatto doccia, sono l’ingresso della doccia e l’ingombro esterno delle ante. Queste due caratteristiche vanno ad inficiare l’utilizzo del box doccia.

Lo spazio di ingresso

Prendendo in esame lo spazio del nostro piccolo bagno da progettare con il box doccia, dobbiamo valutare lo spazio da dedicare all’ingresso e, conseguentemente, all’uscita dal box doccia. Quante volte ci è capitato di vedere in qualche hotel di uscire dalla doccia e andare a sbattere nei sanitari o, peggio, in qualche altro ingombro esterno?

Nella nostra casa dobbiamo assolutamente essere attenti a questi aspetti, ancor prima di scendere in campo e realizzare il nostro bagno. Lo spazio dell’ingresso è influenzato principalmente dal tipo di anta che andiamo a scegliere. In presenza, ad esempio, di un box doccia standard, potremmo avere uno spazio di ingresso limitato considerando l’ingombro delle ante fisse e l’anta scorrevole che si sovrappone ad esse, occupando ulteriore volume.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 4

L’ingombro delle ante

Le ante di un box doccia vanno scelte con cura, specialmente se abbiamo un bagno di dimensioni contenute e dobbiamo risparmiare spazio. Un suggerimento è di considerare l’ingombro delle ante in relazione all’arredo del bagno, sanitari e mobili. Se abbiamo un bagno molto piccolo, è possibile che avremo pochissimi centimetri tra questi elementi e la doccia. Possiamo scegliere tra box doccia:

  • dotate di ante scorrevoli internamente al box doccia
  • con porta battente
  • con due ante battenti nelle due direzioni
  • angolare piccolo
  • doccia walk-in, ovvero uno spazio aperto senza porta.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 9

La doccia idromassaggio

Avere una doccia piccola non implica rinunciare al relax e al benessere. Infatti, esistono in commercio cabine doccia che consentono l’idromassaggio e trattamenti con i getti d’acqua come se fossimo in una spa. Il benessere psico-fisico che deriva dalla cura del nostro corpo, anche grazie all’esperienza dell’ambiente bagno con un idromassaggio, sarà significativo.

Consigliati soffioni dalle dimensioni contenute, affinché siano proporzionati con il piatto doccia che abbiamo scelto, e che connessi con la colonna doccia, consentano getti d’acqua programmabili.

10-proposte-box-doccia-bagno-piccolo 2

Box doccia per il bagno piccolo: foto e immagini