Come progettare una cameretta montessoriana

Dai giochi al lettino, il metodo Montessori prevede che tutto ruoti intorno al bambino in modo da favorire la sua indipendenza. Come progettare quindi una stanza adeguata a questo metodo? Vediamo insieme i punti da seguire.

Child Room In Scandinavian Style

Galleria foto ed immagini

Medico, pedagogista ed educatrice, Maria Montessori ha cambiato la storia con il suo pensiero diventato un vero e proprio metodo educativo tutt’ora molto seguito in numerose scuole del mondo. Pensato nel 1897 questo è ancora moderno grazie alla centralità che ricopre il bambino.

Il punto cardine, infatti, è proprio quello di favorire l’autonomia del bambino creando un ambiente su misura per lui. Non è il bambino che quindi si deve adeguare a ciò che lo circonda, ma il contrario. Per questo motivo è importante che non solo i suoi giochi, ma anche l’intero arredo della cameretta sia pensato per aiutarlo a diventare autonomo e indipendente.

Anche se al giorno d’oggi c’è chi tende a criticarlo, arredare la cameretta del bambino secondo il metodo montessoriano si rivela sempre una buona idea per sviluppare la sua autonomia e creatività e soprattutto dargli una continuità con l’indipendenza che viene favorita nella scuola materna. In questo articolo quindi vedremo tutti i punti da rispettare per progettare una cameretta in perfetto stile montessoriano.


Leggi anche: 35 Stupendi sfondi desktop disegni digitali giochi hd

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-02

Letto montessoriano

Il letto è il primo posto che il bambino vive appena sveglio e l’ultimo che vede alla sera quando deve addormentarsi. Per rispettare il metodo montessoriano è importante che questo sia adeguato alla sua altezza per permettergli di salire e scendere autonomamente senza l’ausilio di un adulto.

Pensare di lasciare nostro figlio in un letto senza sbarre potrebbe essere difficile ma è importante che almeno dai 2 anni di età il bambino impari a gestire i suoi spazi. Puntiamo quindi su letti piccoli, non più alti di 25 centimetri, così da consentirgli di poterlo utilizzare autonomamente.

In commercio esistono tanti che rispettano questo criterio e, se proprio temiamo che possa cadere durante la notte, nei primi periodi posizioniamo qualche cuscino per terra.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-03

Sedie e tavolini bassi

Per permettere al bambino di giocare e disegnare in perfetta autonomia è fondamentale scegliere i punti di appoggio adatti alla sua età. Il tavolino e la sedia dovranno quindi essere dell’altezza adatta al nostro bambino, non troppo piccoli per evitare che si senta costipato ma neanche troppo grandi da non permettergli di usarli autonomamente.

Scegliamo tavolino con gli angoli arrotondati così da evitare traumi durante le attività e sedie basse e leggere che gli permettano di disegnare in totale libertà e trasportarla autonomamente in caso voglia spostarsi.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-04


Potrebbe interessarti: Libreria montessoriana: idee di fai da te

Favorire la stimolazione: il tappeto

In una cameretta montessoriana il tappeto è fondamentale in quanto, soprattutto se piccoli, i bambini adorano giocare a contatto con il pavimento e camminare a piedi scalzi. Non dobbiamo frenare questo loro istinto, ma anzi favorirlo in quanto è un modo per conoscere l’ambiente che li circonda e quindi renderli autonomi.

Scegliamo quindi tappeti adatti alle loro esigenze, sensoriali per i più piccoli che ancora stanno scoprendo il mondo, morbidi e grandi per quelli più cresciuti che potranno usarli come punto di appoggio durante i giochi e la lettura.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-05

Elemento fondamentale: la libreria

La libreria è un altro pezzo importante per una cameretta in stile montessoriano. L’autonomia del bambino passa anche dalla possibilità di fargli scegliere i libri con figure che più gli piacciono e che gli insegnino a girare le pagine.


Idee design personalizzate per te? Iscriviti al gruppo

Per favorire questo aspetto è importate che la libreria sia arredata in modo che il bambino possa vedere subito le copertine, in modo da riconoscere il libro anche quando ancora non sa leggere.

Per posizionare i libri frontalmente preferiamo mensole che ci permettano di organizzarli in questo modo e, posizioniamole all’altezza giusta per il nostro bambino, così che non sia obbligato a chiederci di prendergli il libro che preferisce.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-06

Scaffali e ceste per i giochi

Proprio come nel caso dei caso dei libri anche i giochi devono trovarsi ad un’altezza adatta al bambino così da permettergli di raggiungerli e risistemarli in ogni momento. Via libera a scaffali bassi che consentano al nostro bambino di raggiungere il gioco scelto.

Anche le ceste devono essere adeguate alle loro esigenze. Per giochi come mattoncini prediligiamo quelle con coperchio, avendo cura possano essere facili da aprire e chiudere.

Per i giochi più grandi invece possiamo usare ceste aperte. In ogni caso assicuriamoci che la grandezza sia adatta agli scaffali così da permettere al bambino di riporli autonomamente, proprio come farebbe a scuola.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-12

Praticità e autonomia: inserire un attaccapanni

Per rendere il bimbo davvero autonomo e permettergli di riporre da solo giacca e zainetto usiamo appendiabiti adatti. Trovare un appendiabiti dell’altezza giusta del bambino potrebbe essere difficile, prediligiamo quindi, ganci da attaccare alla sua altezza.

In commercio esistono tanti ganci particolari che ci permetteranno di seguire il metodo montessoriano e arredare con creatività la cameretta del bambino. Se però vogliamo rispettare davvero il metodo montessoriano la scelta migliore ricade su appendiabiti in legno, il materiale che dovrebbe essere prediletto nell’arredare la cameretta.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-08

Organizzazione e ordine: l’armadio

Anche l’armadio deve essere organizzato in modo da consentire al bambino di scegliere autonomamente il proprio vestiario. Prediligiamo quindi ante piccole che permettano al bambino di raggiungere subito tutto i capi.

Volendo possiamo anche abbinare ad un armadio classico uno stand o un armadietto aperto, dove riporre una scelta delimitata di vestiti tra cui far scegliere il bambino. In questo modo potremmo fargli seguire in qualche modo il nostro “consiglio” ma, al tempo stesso, favorire la sua autonomia anche di pensiero.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-09

Imparare a conoscersi: lo specchio

Lo specchio è fondamentale per il bambino per prendere consapevolezza di se e dei suoi cambiamenti. Per questo motivo non può mancare in una cameretta in stile montessoriano.

Prediligiamo specchi infrangibili e posizioniamoli all’altezza adatta al nostro bambino. Lo potrà usare per imparare a conoscersi o anche per specchiarsi dopo essersi vestito.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-10

Evitare fonti di distrazione e sovrastimolazione

Il metodo montessoriano favorisce la stimolazione delle capacità del bambino, ma molti giochi e oggetti moderni possono provocare una sovrastimolazione. Questa si verifica in presenza di un’eccessiva stimolazione di esperienze, suoni, colori e attività e può provocare danni al bambino.

Per evitare che ciò avvenga dobbiamo eliminare dalla cameretta tutti quei dispositivi che potrebbero sovraccaricare i sensi del bambino, come giochi troppo rumorosi, televisori e dispositivi elettronici come tablet.

Eliminare questi dispositivi non implica non farli proprio usare, anche se nel caso dei tablet sarebbe appropriato evitarne l’utilizzo per i primi anni. Possiamo far vedere la televisione al nostro bambino, ma limitarne l’uso. Questa è infatti una delle attività da condividere con il genitore e non sa fare autonomamente.

come-progettare-una-cameretta-montessoriana-11

Come progettare una cameretta montessoriana: immagini e foto

Per favorire l’autonomia e la creatività del nostro bambino non c’è niente di meglio che arredargli la cameretta in stile montessoriano. Ecco quindi una galleria di immagini con consigli per progettare una perfetta cameretta montessoriana.

Fabiola Criscuolo
  • Titolo di studio: Laurea Magistrale in Scienze Politiche
  • Autore specializzato in Arredamento, Design
Suggerisci una modifica