Come illuminare il loft

Benedetta Giusto
  • Dott. in Comunicazione & Media Digitali

Spesso l’open space di un loft in stile industrial può metterci in difficoltà sulla collocazione dei punti d’illuminazione. Plafoniere, faretti regolabili o lampade?  Quale tipologia scegliere e dove collocarli per illuminare nel modo più corretto?

Illuminare-un-loft-08A applique

Galleria foto ed immagini

Il loft è una trasformazione di uno spazio da ambienti industriali dismessi a ambienti domestici. In poche parole interi edifici adibiti a fabbriche industriali, opifici e capannoni in disuso si recuperano e si ristrutturano in modo da ospitare una vera e propria casa.

La caratteristica di queste abitazioni è che non presentano mura divisorie, fatta eccezione per il bagno, e si avvalgono di soffitti molto alti, tanto che spesso vengono installati anche soppalchi.

Tuttavia, nonostante l’ambiente ampio, diventa complicato decidere come illuminare in modo efficiente un loft. Quale soluzione scegliere per fare luce in uno spazio così aperto? Dove occorre sistemare più luce? Ecco gli elementi da valutare quando dobbiamo illuminare un loft.

Illuminare-un-loft-02

La luce naturale

L’ambiente si presenta come uno spazio arioso e aperto e all’interno di un unico open space bisogna far attenzione a come illuminare tutti i punti più vissuti. Essendo, quindi, uno spazio senza l’ostacolo dei muri la luce naturale delle finestre si propaga in un modo completamente diverso rispetto ad un qualsiasi appartamento classico.

Nella scelta di revisionare l’ambiente industriale dobbiamo valutare quali sono i punti in cui la luce naturale non riesce ad arrivare come serve. Quanto più è dotato di grandi finestre più è facile sapere dove collocare le luci necessarie.

Illuminare-un-loft-09 luce naturale

Molteplici punti luce

Nonostante possa essere ben illuminato grazie alle finestre e alle vetrate, potrebbero esserci degli angoli più bui che non godono pienamente della luce naturale. In considerazione di ciò, la cosa migliore da fare è valutare insieme ad un esperto un nuovo impianto elettrico che presenta molteplici punti luce.

Quindi la prima cosa da fare è “dividere figurativamente lo spazio, decidere dove posizionare la cucina rispetto alla camera da letto o la zona relax rispetto all’angolo ufficio, e così via. Una volta delineati gli ambienti funzionali si può procedere all’istallazione di luci, fari e lampadari dove più opportuno.

Illuminare-un-loft-08 faretti ad incasso

Grande illuminazione: plafoniera

Ricordiamoci sempre che parliamo di un grande spazio aperto che spesso è anche molto alto. Quindi il primo passo per illuminare un loft è l’istallazione di una grande plafoniera da soffitto. La caratteristica della plafoniera è che non presenta cavi e supporti di sostegno.

Tra i vantaggi che presenta c’è sicuramente la forte illuminazione adatta a spazi grandi, la dimensione compatta, il basso consumo energetico dei led e il design moderno e lineare che si sposa bene con lo stile minimalista di un loft industriale.

La plafoniera è un elemento versatile di illuminazione. In commercio esistono forme e dimensioni svariate e la scelta può avvenire facilmente grazie alle innumerevoli soluzioni che offre. Inoltre è perfetta anche per un soffitto discontinuo o con travi a vista. Se invece non avete la possibilità di istallarla al soffitto, un’ottima soluzione è quella di sistemarla a parete, in quanto grazie alla sua compattezza occupa poco spazio senza essere d’intralcio al passaggio.

Potrebbe interessarti Come illuminare il monolocale

Illuminare-un-loft-08 pannelli led

Faretti orientabili

In determinati punti focali del soffitto possiamo sistemare i faretti orientabili. Grazie alla loro capacità di orientarsi possiamo direzionare il fascio di luce verso i punti che vogliamo illuminare. Questo tipo di faretti sono perfetti in cucina, in quanto offrono la possibilità di illuminare il piano di lavoro, il lavello o una penisola contemporaneamente utilizzando un unico punto elettrico.

Una barra di faretti orientabili sarebbe ideale anche in un ingresso o su una parete attrezzata. In questo caso possiamo sistemare i singoli faretti che puntano sugli oggetti che desideriamo mettere in risalto. Per una luce meno forte potremmo acquistare anche quelli in cui se ne può regolare l’intensità. Un altro trucco per rendere soft l’ambiente è puntare il faretto orientabile verso il soffitto creando una luce indiretta.

Illuminare-un-loft-04 faretti orientabili

Lampadari a sospensione

Con dei soffitti così alti però può succedere che un’unica luce grande sia dispersiva. Per usufruire della luce su punti funzionali, possiamo utilizzare lampadari a sospensione regolandoli dell’altezza che ci occorre. Questi tipi di lampadari infatti pendono dal soffitto grazie a una corda, un’asta di metallo o una catena. Oltre a rendere accogliente uno spazio ha anche la funzione di delimitarlo, sottolineando che è destinato ad uno specifico scopo.

Un esempio è quello di sistemare un lampadario a sospensione su un tavolo da pranzo. In questo modo, nonostante lo spazio aperto, si va ad intensificare la visibilità di quell’ambiente, destinandolo ad una zona pranzo accogliente e di design. Per i loft lo stile da preferire per i lampadari è quello industrial, caratterizzato da forme geometriche particolari e materiali grezzi come l’acciaio, il metallo e il vetro.

Illuminare-un-loft-05 A lampandario a sosp

Lampada a piantana

Ideale per illuminare una poltrona, un angolo lettura o una zona studio, la piantana è un tipo di lampada di design con intensità di luce regolabile che è poggiata al pavimento grazie ad un piedistallo e si sviluppa in altezza grazie allo stelo. La sua luce è molto più soffusa e romantica rispetto al lampadario quindi è più indicata per illuminare zone specifiche, evitando di accendere la luce principale.

Oltre alla funzionalità, sono elementi che sottolineano il design e incrementano la bellezza e l’estetica di una stanza. Questa nell’esempio sotto è tipica dello stile industrial e minimalista su cui si basa un loft. Piedistallo e stelo in ferro, linee semplici e luce direzionabile fanno della piantana la caratteristica cardine di un angolo lettura.

Illuminare-un-loft-06 piantana

Applique al muro

Quando il soffitto non vi da nessuna possibilità di sistemare  lampade particolari, la soluzione sono gli applique al muro. Oltre alla loro funzione basilare di illuminare, ci permettono di sfruttare al meglio lo spazio e sono ottimi elementi decorativi di una parete.

Le forme e i modelli quindi, rappresentano un vero decoro all’interno del loft creando giochi di luce sul muro. Sono elementi leggeri e sono veloci da istallare, ma vengono utilizzati solo come punto di rafforzo di un’illuminazione già presente. Sono ideali nella zona notte, al di sopra dei comodini.

Illuminare-un-loft-08 applique

Come illuminare un loft: foto e immagini

Infondo non è poi così complicato illuminare un loft, i suoi ambienti aperti e la sistemazione di vari punti luce renderanno il tutto più semplice. Se ancora vi sentite in difficoltà, abbiamo raccolto tutte le immagini in questa galleria a cui abbiamo fatto riferimento nei paragrafi sopra citati.