Arredare giardino in stile Japandi: 4 idee di innovazione e tradizione

Lorenzo Renzulli
  • Dott. in Conservazione dei Beni Culturali

Due modi o, se preferiamo, due diverse filosofie di abitare e arredare, quello nordico e quello nipponico. Stili parecchio distanti, ma che possono dialogare molto bene tra loro. Da questo nasce il trend del Japandi, stile minimale, con un irresistibile tocco di esotico, che convince un crescente numero di persone nel mondo.

Galleria foto ed immagini

Arredare giardino in stile Japandi: 4 idee di innovazione e tradizione

Lo stile Japandi può essere preso in considerazione anche da chi cerca un modo nuovo, interessante e originale per arredare il proprio giardino, trovando un equilibrio tra soluzioni minimali e funzionali, tipiche del nord Europa, e un tocco zen tutto d’ispirazione giapponese.

Arredare giardino in stile Japandi: 4 idee di innovazione e tradizione

1. Materiali per arredare giardino in stile Japandi

Arredare giardino in stile Japandi: 4 idee di innovazione e tradizione

I materiali più adatti per arredare un giardino in perfetto stile Japandi sono naturali come il legno che, ad esempio, è ampiamente utilizzato sia dallo stile nordico, che da quello orientale. Un legno chiaro, con finiture al naturale, sarà particolarmente adatto per sedute, tavoli e tutto quello che potrà contribuire a rendere il giardino più originale e vivibile.

Per completare il tutto e renderlo ancora più bello, ricercato e magari con un tocco di esotico che non guasta mai, si potranno usare vasi o piccoli contenitori o elementi decorativi in ceramica, meglio se dallo stile tipicamente orientale.

Sia lo stile nord europeo che quello nipponico sono, a loro modo, piuttosto minimali. Questo è senza dubbio uno dei punti d’incontro che più di ogni altro contribuisce a farli dialogare bene e nella maniera più semplice.

Ecco perché si tratta di aspetti che andranno cavalcati, con scelte piuttosto essenziali o comunque semplici, sia sul fronte del design che dei materiali, nel momento stesso in cui si andrà a scegliere l’arredo del giardino.

2. Colori per arredare giardino in stile Japandi

Arredare giardino in stile Japandi: 4 idee di innovazione e tradizione

La componente cromatica non andrebbe mai sottovalutata quando si arreda. Questo vale per le varie stanze della casa, come anche per il giardino. I colori ideali per arredare uno spazio esterno in stile Japandi sono chiari e naturali. I colori del legno, della sabbia, delle fibre tessili naturali sono un’ottima base da cui partire, ma sulla quale non bisognerà mai appiattirsi esageratamente, rischiando monotonia (e quindi un risultato opposto a quello sperato).

Si possono anche prevedere colori più accesi, ad esempio, per un vaso o un elemento decorativo, ma senza mai esagerare troppo. Una scelta elegante e che può dare buon soddisfazione è quella di giocare con contrasti tra colori chiari e scuri. Ad esempio, utilizzando mobili da giardino piuttosto scuri, con un design scandinavo, che strizzi però l’occhio a linee orientali ed elementi tessili, come cuscini o tovaglie dal colore, invece, chiaro e piuttosto neutro. Il mix così ottenuto risulterà infine equilibrato, interessante e allineato ai principali dettami del trend Japandi.

3. Arredare giardino piccolo in stile Japandi

Arredare giardino in stile Japandi: 4 idee di innovazione e tradizione

Mobili e complementi dello stile scandinavo in genere puntano molto sulla funzionalità e in Giappone spesso si ha a che fare con spazi veramente limitati, dentro e fuori casa. Il Japandi che fonde stile nordico e nipponico può quindi rivelarsi una scelta valida per arredare un giardino piccolo o, magari, un’altra tipologia di spazio esterno, come un balcone.

Se si ha poco spazio a disposizione per qualche pianta e per ritagliarsi una piccola oasi di verde, lo stile Japandi potrà dare belle soddisfazioni, anche in centro città.

In un piccolo spazio, compreso un balcone, potremo usare vasi dal designi minimal e piuttosto nordico, accanto ad altri, altrettanto semplici, ma con richiami all’artigianato orientale. Il dialogo tra questi elementi risulterà interessante, moderno e sicuramente gradevole.

Anche affiancare elementi come un tavolo in legno piuttosto grezzo a pezzi di design moderni e curati, come appunto dei vasi per le piante, decisamente trendy, potrà essere una trovata che funzionerà molto bene.

4. Arredare giardino grande in stile Japandi

Arredare giardino in stile Japandi: 4 idee di innovazione e tradizione

Se si ha la fortuna di avere un giardino piuttosto grande, ci si potrà sbizzarrire allestendo vari spazi in stile Japandi, che esprimano il meglio del design nord europeo e di quello giapponese.

Una buona idea potrà essere quella di prevedere in giardino un laghetto, una fontana, una vasca o una piccola piscina. La presenza dell’acqua è tipica dei giardini orientali e senza dubbio può contribuire a dare maggiore bellezza, armonia e completezza ad uno spazio esterno, meglio se immerso nel verde. Andranno evitati sassi, cascate o elementi naturali romantici che caratterizzino troppo il giardino con un gusto spiccatamente giapponese. Sarà meglio optare, piuttosto, per linee nette, molto comuni nel design scandinavo.

Allo stesso tempo, avendo sufficiente spazio a disposizione, si potrà allestire una zona per il relax e la socialità, con dei divanetti, semplici, belli e funzionali, come sono quelli tipicamente nord europei, ma posizionati magari in un gazebo dalle linee orientaleggianti, che renderà il tutto subito molto più interessante, accogliente ed esotico.

Galleria idee e foto di arredare giardino in stile Japandi

Arredare un giardino in stile Japandi può essere un’ottima idea, in grado di dare notevoli soddisfazioni, senza richiedere tutto sommato grandi sforzi o un particolare impegno. Capire l’identità di questo particolare stile, definibile come fusion, non è poi particolarmente complesso e osservandone alcuni esempi, diventerà qualcosa di naturale. Ecco perché, dare un’occhiata alla nostra fotogallery potrà essere d’ispirazione.